Detox digitale: ce n’è bisogno?


Leggi questo breve articolo e dicci cosa ne pensi scrivendoci un commento.

Detox digitale: se ne parla sempre più spesso e sono sempre di più le persone che ne sentono il bisogno. Disintossicazione digitale, come se la tecnologia fosse arrivata ad intasare le nostre vite fino a diventare tossica. Molti ritengono che a rendere dannosa la tecnologia sia l’uso scorretto ed eccessivo che se ne fa in alcuni casi. Viviamo inconsapevolmente incollati ai nostri smartphone, diventandone di fatto dipendenti.

Come si può gestire in modo intelligente la tecnologia a nostra disposizione? Come si può evitare di diventare schiavi di smartphone, PC e tablet rimettendoli nella giusta prospettiva?

Parlaci del tuo rapporto con la tecnologia e dicci come pensi si possa mantenere una relazione sana con gli strumenti di cui disponiamo e che ci rendono quotidianamente iper-connessi.

Pubblicato in Ricerca il 02 dicembre 2019 alle 10:00

Commenti

Avatar utente Gabriele - 02 dicembre 2019 10:25
Si, è tutto vero purtroppo. La tecnologia ci sta allontanando completamente e regole fisse e ben precise possono risolvere il problema.


Avatar utente Anna Maria - 02 dicembre 2019 11:57
In risposta a Gabriele - 2019-12-02 09:25:41
Si, è tutto vero purtroppo. La tecnologia ci sta a...
Nella società in cui viviamo oggi non essere connessi significa rimanere al di fuori....
Ad esempio parlando delle scuole : già le iscrizioni vengono fatte on line e se uno non ha il PC è già un problema; ci sono i registri elettronici col quale i genitori devono giustificare i figli...ho riportato alcuni esempi...
È il mondo che ci porta ad essere sempre connessi e noi purtroppo lo facciamo sicuramente nel modo peggiore stando la maggior parte del tempo sui social e sulle app di messaggistica.


Avatar utente Nicola - 02 dicembre 2019 12:16
In risposta a Anna Maria - 2019-12-02 10:57:17
Nella società in cui viviamo oggi non essere conne...
infatti non ce piu'dialogo ,tutti con i cellulari ormai la tecnologia ci comanda siamo diventati dipendenti e non ne possiamo fare a meno , peccato


Avatar utente Giuseppina - 02 dicembre 2019 12:43
In risposta a Gabriele - 2019-12-02 09:25:41
Si, è tutto vero purtroppo. La tecnologia ci sta a...
Si stiamo perdendo il controllo dovremmo darci un po’ di controllo


Avatar utente Giovanna - 02 dicembre 2019 13:11
In risposta a Anna Maria - 2019-12-02 10:57:17
Nella società in cui viviamo oggi non essere conne...
Concordo.. Purtroppo oggi senza cellulari e tecnologia varia è come se non si vivesse più.. Mancano le relazioni affettive di una volta.. Non si dialoga più come un tempo


Avatar utente Mascia - 02 dicembre 2019 13:52
In risposta a Gabriele - 2019-12-02 09:25:41
Si, è tutto vero purtroppo. La tecnologia ci sta a...
La tecnologia è bella e l uomo che e diventato schiavo di essa. E chi lo e diventato non ha un carattere


Avatar utente Urszula Maria - 02 dicembre 2019 15:18
In risposta a Gabriele - 2019-12-02 09:25:41
Si, è tutto vero purtroppo. La tecnologia ci sta a...
purtroppo oggi la technologia e troppo avanti e dobbiamo usare la technologia in tutti momentio della vita ormai e nostro stile di vita non possimao fare altro


Avatar utente Liana - 02 dicembre 2019 17:02
In risposta a Gabriele - 2019-12-02 09:25:41
Si, è tutto vero purtroppo. La tecnologia ci sta a...
tutto vero e lo dico conscia del fatto che anche io sono una di quelle persone che passa troppo tempo sul web... dovrei disintossicarmi anche io ma è difficile


Avatar utente Roberto - 02 dicembre 2019 18:37
In risposta a Gabriele - 2019-12-02 09:25:41
Si, è tutto vero purtroppo. La tecnologia ci sta a...
Sono daccodo con voi. La tecnologia ci sta togliendo momenti belli da condividere personalmente con le persone.


Avatar utente Rossella - 02 dicembre 2019 21:44
In risposta a Giuseppina - 2019-12-02 11:43:28
Si stiamo perdendo il controllo dovremmo darci un...
Pienamente d'accordo siamo fuori controllo ormai


Avatar utente Katerina - 04 dicembre 2019 13:42
In risposta a Urszula Maria - 2019-12-02 14:18:18
purtroppo oggi la technologia e troppo avanti e do...
Dobbiamo però trovare una via di mezzo, usare la tecnologia in modocampo giusto e solo quando ci serve veramente senza esagerare. L' ideale sarebbe usare i social media poco e senza postare ciò che facciamo nella nostra vita privata perché poi non dobbiamo lamentarsi per la privacy . Personalmente li uso poco e non posto fotodi della mia vita privata perché alla fin fine sono cavoli miei


Avatar utente Michele - 13 dicembre 2019 21:35
In risposta a Mascia - 2019-12-02 12:52:15
La tecnologia è bella e l uomo che e diventato sch...
Infatti la tecnologia è belle e novità e dobbiamo essere all'avanguardia e non diventare un ossessione


Avatar utente Alessandra - 02 dicembre 2019 10:28
Verissimo. Forse stiamo perdendo il controllo di noi stessi.


Avatar utente Laura - 02 dicembre 2019 10:28
vero..siamo sempre meno social nella vita reale perchè più social nel mondo virtuale.. e la tecnologia sta sostituendo molte attività che sono sempre state svolte manualmente, riducendo anche molti posti di lavoro


Avatar utente Paola - 02 dicembre 2019 10:28
Purtroppo è la realtà dei fatti! Ormai non esiste più un dialogo tra persone, amici e soprattutto in famiglia. Questa tecnologia ci sta uccidendo e oltretutto è anche nociva...


Avatar utente Laura - 02 dicembre 2019 10:29
si è vero. è ora di staccarsi un po' dal digital


Avatar utente Emilia Karolina - 02 dicembre 2019 19:03
In risposta a Laura - 2019-12-02 09:29:05
si è vero. è ora di staccarsi un po' dal digital...
Penso che ci dobbiamo distaccare un po dal mondo virtuale. Basta stare di piu con la propria famiglia ma realmente, giocando con i vecchi giochi . Quando eravamo piccoli e non c'era internet uno si divertiva molto di piu e sente oggi la mancanza del passato


Giovanna avatar Giovanna - 02 dicembre 2019 10:29
Condivido,sta diventando una malattia neuro muscolare,per non parlare dei problemi agli occhi...ci dovrebbero essere delle regole,dei tempi,in tutte le cose è fondamentale l organizzazione,il limite e il buonsenso,lo smartphone dovrebbe diventare un aiuto non una dipendenza..


Avatar utente Enrico - 02 dicembre 2019 10:29
Cone tutte le cose il troppo no va mai bene,. Credo che la tecnologia sia una delle invenzioni del xx secolo importante. Ha migliorato e facilitato la vita di molte persone. Ha creato un nuovo mondo, dovr però non tutti ne fanno buon uso. Personalmente nonostante non ne faccio in uso eccessivo preferisco alle volte disintossicarmi. Alle volte alzare la testa e giardare ed osservare ciò che ci circonda senza filtri sia importante per ricordarci chi siamo e soprattutto per scoprire sempre qualcosa in prima persona.


Avatar utente Isabella - 02 dicembre 2019 10:30
Sono molto d'accordo con questo articolo,e bisognerebbe trovare un compromesso,ma questo stile di vita ci ha portati ad essere schiavi della tecnologia,purtroppo,lavoro,scuole, attività di tutti i giorni, economia,ci porta a non poterne fare a meno:per quanto sia difficile,l'unica alternativa è staccare qualche ora al giorno,ove possibile con attività extra che portano al rilassamento della mente.


Avatar utente Virginia - 02 dicembre 2019 10:33
Sono molto d'accordo con l'articolo. Bisogna imparare a vivere la vita senza bisogno di stare attaccati alla tecnologia in ogni momento della giornata


Maria Elena avatar Maria Elena - 02 dicembre 2019 10:37
Sono molto d'accordo con questo articolo,e bisognerebbe trovare un compromesso,ma questo stile di vita ci ha portati ad essere schiavi della tecnologia. non c'e più vita non si fa nella senza il cellulare


Avatar utente Francesca - 02 dicembre 2019 10:39
è vero.molte persone non sanno usare la tecnologia in modo intelligente.


Avatar utente Ivan - 02 dicembre 2019 10:41
Argomento molto interessante, ne parlo anche nel mio libro "Schiavi del Tempo". La disintossicazione digitale è ormai una necessità per affrontare migliaia di casi di dipendenza da internet e soprattutto, dai social. Personalmente cerco di impormi delle regole, come spegnere tutti i dispositivi digitali almeno un'ora prima di andare a dormire, e lo stesso faccio al mattino, accendendoli solo dopo aver fatto colazione, con la dovuta calma. A tavola questi dispositivi non devono mai essere presenti, per me essere a tavola significa stare insieme, mangiare e sorridere. Anche nel resto della giornata cerco di silenziare le notifiche delle varie App, lascio solo la classica suoneria per le chiamate, perché un'urgenza può sempre capitare. In conclusione, ritengo sia arrivato il momento di tornare a godere appieno della vita offline, non tralasciando i vantaggi che internet e la tecnologia ci stanno offrendo, ma facendo attenzione affinché non vi sia in corso una dipendenza.


Avatar utente Marianna - 02 dicembre 2019 10:45
È un articolo interessantissimo e al passo con i tempi.. Concordo pienamente, purtroppo la tecnologia è stato un bel passo per facilitare i servizi attività per rendere un mondo migliore, ma non è stato un bene dal punto di vista umano non c'è più dialogo,non c'è più vita si è esclusi nel vivere il mondo la propria libertà all'aria aperta socializzare confrontarsi con la realtà , migliaia di persone incollate davanti gli schermi di una vita virtuale


Avatar utente Daria - 02 dicembre 2019 10:47
È innegabile come tecnologia ormai pervada le nostre vite in ogni aspetto del quotidiano. Come per ogni cosa, l'importante è sapersi dare dei limiti e farne un uso intelligente e consapevole. Non è facile perché l'utilizzo continuo di dispositivi come gli smartphone tende a creare dipendenza e pone anche problemi di salute mentale, in quanto il flusso continuo di informazioni da cui siamo bombardati è sempre più veloce e frenetico e rischia di inghiottirci e lasciarci disorientati. È un fenomeno che andrebbe studiato a fondo e preso con la massima serietà perché sta portando a una società fatta di persone emotivamente desensibilizzate.


Avatar utente Pa - 02 dicembre 2019 10:48
Assolutamente vero! Io personalmente penso che sia una problematica dei giorni nostri; ovunque ci si gira, in auto, a piedi, in qualsiasi posto si vedono persone sempre al telefono, con gli occhi allo schermo, "distratte" dallo smartphone. Io credo che ogniuno di noi debba prendere un pò più di distacco da tutta questa tecnologia e vivere un pò di più ogni istante cercando di relazionarsi di più, non isolarsi e non stare sempre con lo smartphone in mano!
Bisogna fare uno sforzo per usare tutta questa tecnologia solamente in modo intelligente ovvero che ci dia un aiuto nella quotidianità senza farne abuso. Il tutto può succedere solo da una pressa d'atto che parte da se stessi.


Avatar utente Rita - 02 dicembre 2019 10:48
Confermo quanto purtroppo scritto nell'articolo. Ormai la tecnologia e la dipendenza che le persone hanno con essa è eccessiva falsificando la realtà e riducendo di molto i veri rapporti umani. Bisogna mettere un limite a tutto!!!


Avatar utente Dora - 02 dicembre 2019 10:48
Personalmente faccio un suo utilitaristico della tecnologia,mi fa risparmiare tempo per altre cose quindi non mi serve disintossicarmi ..anzi più servizi offre e meglio è così non tocca uscire di casa per questo o quel servizio. Per quanto riguarda il resto se il web può intrattenere allora anche se se ne abusa non mi sembra un gran male ,le persone oggi sono sempre più sole e il web aiuta a colmare quel vuoto quindi non ci vedo niente di male.


Avatar utente Carlotta - 02 dicembre 2019 10:48
Mi ritengo tecnologica ma non troppo.. mantengo relazioni sociali dirette, limito i social alla consultazione di pagine di mio interesse e continuo ad usare il cellulare prevalentemente per essere rintracciata o per monitorare email.


Avatar utente Marco - 02 dicembre 2019 10:49
Io ho un rapporto piuttosto sano con la tecnologia... Quando la uso, è perché ne traggo effettivamente un beneficio (consulto mappe, cerco servizi, mi documento su eventi). Il detox è per chi abusa di social, che hanno posto l'accento sull'aspetto peggiore di tutti noi: il protagonismo (di chi pubblica) e il voyeurismo (di chi segue/sottoscrive/mette like/etc). Questi meccanismi possono facilmente diventare patologici, e in questi casi il detox è quasi d'obbligo.


Avatar utente Lucia - 09 dicembre 2019 17:31
In risposta a Marco - 2019-12-02 09:49:49
Io ho un rapporto piuttosto sano con la tecnologia...
Personalmente uso la tecnologia per aiutarmi nella vita quotidiana, deve essere al mio servizio per semplificarmi la vita quando ne ho più bisogno, quindi per consultare mappe, usufruire di servizi. Per quanto riguarda i social, sono stati inizialmente a me molto utili per ritrovare amici di scuola che non vedevo da 20 anni (avendo cambiato città), ma vedo che la situazione sta degenerando purtroppo. Troppa gente arrabbiata e frustrata che sfoga tutta la propria rabbia appena possibile. Personalmente accedo a Facebook al massimo un paio di volte al giorno, mentre su Instagram e Twitter accedo al massimo una volta a settimana. E sto pensando seriamente di chiudere gli account e consultare direttamente i siti delle aziende o istituzioni che seguo sui social. Non trovo più molta utilità nei social. Diversamente, la tecnologia fine a se stessa, la trovo positiva. La società deve progredire, sempre! Il problema è che c'è ancora tanta gente non in grado di utilizzarla e sfruttare tutte le potenzialità positive. È questo il problema di fondo... L'ignoranza!


Avatar utente Armela - 02 dicembre 2019 10:51
Adoro la tecnologia, ma so che siamo diventati schiavi di essa. Ci aiuta, ci rende la vita più semplice ma ci ha anche privato di tanto utilizzo della nostra testa. Bisognerebbe fare un passo indietro e riprendere ad usare più la nostra intelligenza.


Avatar utente Carmela - 02 dicembre 2019 10:51
purtroppo al giorno oggi la cronologia sta rovina molti giovani e crea dipendenza


Avatar utente Maria - 02 dicembre 2019 10:51
Articolo davvero interessante , che ci fà riflettere sul rapporto che abbiamo con la tecnologia, spesso dannosa. Io personalmente non mi reputo una tossica della tecnologia , anche se per lavoro e svago reputo sia una parte molto presente ed indispensabile ormai, nelle mie giornate...La mia moderazione credo stia nel fatto che nei momenti di socializzazione con amici,parenti.., a tavola durante i pasti o in qualsiasi altra situazione dove siano presenti altre persone io non ho l'abitudine di smanettare con il telefono , ma mi concedo completamente alla socializzazione e ad essere presente senza distrazioni , la trovo una forma di rispetto assoluta e una gestione sana del telefono o dispositivo tecnologico. Però devo ammettere che l'idea di restare senza i miei dispositivi, mi crea ansia e non sò se riuscirei a farne a meno, mi sentirei persa e disorientata in quanto sono diventati un prolungamento , un alleato della mia persona..per tutti è così , e lo noto anche con le persone che conosco..Davvero,non saprei cosa suggerire per una relazione sana con i dispositivi che ci rendono iperconnessi, perché ormai ci siamo dentro fino al collo , però sicuramente la moderazione è importante e soprattutto nei momenti di contatto con altre persone , in alcuni luoghi, momenti, sia NECESSARIO essere completamente presenti e "disconnessi" dalla tecnologia..altrimenti si perde completamente il contatto con la realtà!


Avatar utente Alessandra - 02 dicembre 2019 10:52
L argomento dell articolo è interessante e purtroppo è vero..ormai siamo schiavi della tecnologia..io personalmente ho disattivato il mio account Facebook perché mi sono resa conto che molte persone ne fanno un uso scorretto e poi stavo ore e ore attaccata al mio smartphone..è vero che la tecnologia per molti versi ti semplifica la vita ma per altri versi è una vera e propria schiavitù


Avatar utente Cristina - 02 dicembre 2019 10:53
argomento sempre più attuale. Ci vorrebbero sempre più numerosi, luoghi assolutamente non raggiungibili da Internet o cellulari, proprio per disintossicarsi e rendersi conto che si può fare anche senza.


Avatar utente Barbara - 02 dicembre 2019 10:56
Concordo... ormai siamo sempre più legati a smartphone e similari... dovremmo disintossicarci tutti a partire da noi genitori.


Avatar utente Simona - 02 dicembre 2019 10:57
Purtroppo viviamo in mondo pieno di tecnologia e anche volendo non si può fare a meno perché ruota tutto intorno ad essa. Sì può comunque limitare l'uso di smartphone e quant'altro imponendo a se stessi dei traguardi tant'è che esistono anche app che ti premiano per tenere il cellulare fermo e spento. Poi è anche intelligenza nostra se siamo in gruppo o comitiva di avere più dialogo con le persone e lasciare un po'la tecnologia ad altri momenti.


Antonietta Anna avatar Antonietta Anna - 02 dicembre 2019 10:59
Penso che ci sia bisogno di detox dal mondo digitale, spesso ci sentiamo sopraffatti dalla necessità di connetterci e, ci sentiamo smarriti senza il mondo digitale!


Avatar utente Simonetta - 02 dicembre 2019 11:00
Purtroppo è vero. Ormai siamo diventati tutti schiavi digitali. La tecnologia digitale ha indubbiamente molti aspetti positivi ma da strumento per migliorare le nostre vite è diventata un fine di cui non riusciamo a fare a meno. Quando è possibile cerco di disintossicarmi spegnendo il cellulare, provando a vivere momenti di non connessione. Ma nel mondo interconnesso di oggi, purtroppo, non sempre è possibile.


Avatar utente Francesco - 02 dicembre 2019 11:02
Io mi considero un "digitaldipendente".
Non ne sono orgoglioso, ma è un dato di fatto.
La cosa pèaradossale è che io non ho profili social, non uso facebook, instagram o altri...solo whatsapp;
l'essenza stessa di whatsapp annulla la possibilità di restare scollegati dalla rete, anche per lavoro è indispensabile.
Inoltre lo sviluppo della società punta sempre più all'informatizzazione, ergo diventa infattibile disconnettersi.
esempio: in questo periodo ho avuto sfortuna, mi si sono rotti in sequenza Tablet, lap-top e ora cellulare, l'unico terminale che ho funzionale in questi giorni è il PC dell'uffici...ebbene pure io che non ho social mi sento solo, privato della possibilità di fare le mie cose (cose che in qualche modo faccio comunque) vivendo queste giornate con un senso di ansia molto presente.
In conclusione ritengo la disintossicazione digitale un processo importantissimo da inserire nella nostra quotidianità, considero però estremamente difficile attuare interveniti funzionali a un disconnessione; poiché la quotidianità richiede sempre una maggior connessione non è verosimile potersi disconnettere, ecco che secondo me il concetto di digital-detox inteso come una pulizia, un allontanamento dal digitale è ossimorico nella società di oggi, ciò che serve è una forma di educazione digitale che non comprometta il nostro vivere da essere umani.


Avatar utente Francesco - 02 dicembre 2019 11:02


Avatar utente Emanuela - 02 dicembre 2019 11:03
Va detto che sicuramente la tecnologia semplifica la nostra vita, ci rende più produttivi e permette di abbattere le distanze. Occorre però farne un uso moderato e consapevole, limitando la fruizione di smartphone, tablet e computer. Per accedere alle informazioni, ricordiamoci ogni tanto di sfogliare anche qualche giornale e rivista, per riassaporare il piacere di leggere un articolo in pace senza la frenesia di dover cliccare sui link evidenziati on line disseminati su articoli e siti.


Avatar utente Ciro - 02 dicembre 2019 11:05
Credo che la tecnologia ormai faccia parte della nostra vita quotidiana credo che vada usata non in modo eccessivo siamo dipendenti da smartphone tablet e pc


Avatar utente Rosa - 02 dicembre 2019 11:05
Io con la tecnologia ci lavoro e quando torno a casa cerco sempre di limitarla, un po' per stanchezza, un po' per godermi di più la famiglia. Credo sia giusto darsi una regolata per non esserne costantemente dipendenti.


Avatar utente Paolo - 02 dicembre 2019 11:09
Senza la tecnologia non potrei vivere, ci lavoro, mi occorre e mi piacciono molto i social


Avatar utente Germana - 02 dicembre 2019 11:12
Effettivamente siamo diventati schiavi della tecnologia, soprattutto dello smartphone. Non ci gustiamo neanche più un viaggio senza pensare a scattare un selfie o a pubblicare una storia sui social network


Avatar utente Michele - 02 dicembre 2019 11:13
Si certo, logicamente come ogni cosa...se si abusa della tecnologia si ottiene esattamente il contrario di quel che si cerca. La tecnologia,nel nostro caso smartphone,PC, tablet, è fondamentale nella nostra vita, ma se non si usa correttamente diventa una cosa dannosa. Crea dipendenza come ogni cosa con cui si esagera logicamente.


Avatar utente Maria - 02 dicembre 2019 11:18
Detox digitale: ce n'è davvero bisogno?
La risposta è: assolutamente sì.
Il nostro rapporto con la tecnologia sta diventando malato: siamo sempre connessi, subito pronti ad afferrare lo smartphone al primo bip di una notifica, indaffarati a chattare o a leggere l'ultimo articolo trash sull'influenzer di turno. Distrazioni su distrazioni si accumulano nella nostra vita, le vite degli altri diventano più importanti della nostra. E così la tecnologia, da strumento indispensabile per risolvere tanti problemi (di comunicazione, burocrazia e quanto altro), diventa invece un fine, quasi il fine ultimo della nostra vita: quello di restare incollati ad uno schermo, ad attendere chissà che cosa, chissà chi. Quindi penso che una disintossicazione sia davvero necessaria, ma come? Forse l'unico modo è che parta da noi stessi, che ognuno di noi diventi consapevole dello spreco che a volte fa della sua vita, e cerchi di rimettere in ordine di importanza le proprie priorità e i propri valori.


Avatar utente Annunziata - 02 dicembre 2019 11:24
Si, penso che purtroppo la tecnologia sta invadendo sempre più le nostre vite. Essa è molto utile e comoda, ma la si deve sapere usare. Se si sta sempre attaccati allo smartphone o ad altri mezzi simili poi si rischia di divenirne schiavi. Penso sia utile staccare almeno un'ora al giorno e trovare del tempo solo per noi.


Avatar utente Luca - 02 dicembre 2019 11:25
Secondo me bisognerebbe pensare di cominciare a fare un passo indietro perchè l'influenza della tecnologia nelle nostre vite e la dipendenza da essa sta toccando livelli di guardia


Avatar utente Andrea - 02 dicembre 2019 11:27
Ci vuole tanta forza di buona volontà per riuscire a fare a meno della tecnologia. La tecnologia è come una droga, sta solo a noi il riuscire a trovare la forza per non farci schiavizzare da essa.

Imponiamoci un limite di ore giornaliero di utilizzo della tecnologia.

Personalmente non ho di questi problemi: riesco facilmente a "staccarmi" dalla tecnologia ed a dedicare il mio tempo ad altro.


Avatar utente Daniele - 02 dicembre 2019 11:28
Sicuramente è vero.. con la tecnologia si stanno perdendo i veri valori e i rapporti con le persone


Avatar utente Erica - 02 dicembre 2019 11:29
Purtroppo oggigiorno si fa sempre più riferimento alla. Tecnologia, io. Fortunatamente ho un buon. Rapporto, dedico. Il tempo necessario anche se ogni tanto mi sembra di eccedere..


Avatar utente Domenico - 02 dicembre 2019 11:30
Sono convinto che le nuove tecnologie, odierne e future abbiano dei pro e dei contro, sta a noi utilizzatori, non mandare il cervello al macero, ma usare le tecnologie con intelligenza e non esserne schiavi ma utilizzatori, usando il buon senso.


Avatar utente Silvia - 02 dicembre 2019 11:35
la tecnologia aiuta ma andrebbe usata nel limite necessario per non invadere troppo la vita privata


Avatar utente Mariangela - 02 dicembre 2019 11:36
Niente di più vero....siamo del tutto dipendenti dalla tecnologia e siamo ormai totalmente social e quindi virtuali , dimenticando quasi sempre la vita reale......molto meglio 20 anni fà che adesso


Avatar utente Angela - 02 dicembre 2019 11:40
Personalmente non abuso della tecnologia penso di fare un uso adeguato ad esempio in compagnia di altri posso fare a meno benissimo del telefono mentre molti ignorano chi ti sta accanto rimanendo incollato allo smartphone e sinceramente la ritengo una grande mancanza di rispetto


Avatar utente Paola - 02 dicembre 2019 11:40
Sono a favore della tecnologia se usata con moderazione e criterio. Uso molto poco i social, preferisco accedere al server per avere informazioni, leggere notizie ecc. Purtroppo è vero che ormai viviamo in un' era totalmente tecnologizzata, si comunica poco verbalmente e troppo virtualmente. Sarebbe bello se per almeno qualche ora al giorno ci staccassimo dai dispositivi per riscoprire il piacere di una sana e piacevole conversazione.


Avatar utente Valeria - 02 dicembre 2019 11:41
Verissimo. Ci stiamo distruggendo, e se restiamo senza internet per un blackout o per mancanza di rete ce ne andiamo in crisi di astinenza e sembriamo leoni in gabbia.


Avatar utente Rossella - 02 dicembre 2019 11:42
Purtroppo la tecnologia sta prendendo il sopravvento su tutto...a partire dagli adulti fino ai bambini...Tutti ormai siamo diventati dipendenti dallo smartphone..ma secondo me è arrivato il momento di darci una regolata...bisogna farne un uso responsabile della tecnologia usandola con criterio e reresponsabilità


Avatar utente Roberta - 02 dicembre 2019 11:43
Ce n'è assolutamente bisogno! Se non siamo. Connessi un attimo quasi quasi stiamo male.. Sentiamo estremo. Bisogno di sbirciare il telefono per vedere se c'è una mail o una notifica di qualunque tipo... E we vediamo una notifica e nn possiamo subito controllare di cosa si tratta si va in panico... Nn va per niente. Bene


Leticia avatar Leticia - 02 dicembre 2019 11:45
La tecnologia può essere molto utile se utilizzata correttamente ma non può sostituire le interazioni umane. Io personalmente ho deciso di chiudere diversi account sui social perché non mi piacciono più, non mi soddisfano. Preferisco parlare di persona, fare conversazioni vere. Ritengo che gli amici sono coloro che ti stanno accanto sia nei momenti belli che in quelli brutti e non le persone che ti mettono dei likes o emoticons sugli stati. è vero che non sono più così aggiornata su quello che fanno gli altri ma poco importa, tanto me lo racconteranno loro stessi se poi facciamo una bella chiacchierata. Credo che i social non hanno più lo stesso appeal e non sono affidabili anche perché sono poco trasparenti per quanto riguarda l'utilizzo dei nostri dati perciò penso che nei prossimi anni molti social cambieranno completamente faccia o addirittura chiuderanno per sempre.


Avatar utente Giorgia - 02 dicembre 2019 11:45
Sono sempre stata a favore della tecnologia dall'uso quotidiano al lavoro.
Tuttavia io stessa mi rendo conto che inconsapevolmente ne sono schiava: la prima attività del mattino è guardare le notifiche sul cellulare, anche se leggo la notte prima di addormentarmi è comunque lo schermo dello smartphone l'ultima cosa che guardo e la qualità del sonno non è buona se mi trattengo a lungo.
Le relazioni umane sono spesso viziate dall'uso dei cellulari anche nei momenti di socialità non virtuali, creando litigi e fastidi.
Buona norma sarebbe quindi smettere di usare lo smartphone dopo un certo orario rientrati a casa, lasciarlo in tasca/borsa quando si è fuori con amici/parenti/partner, spegnerlo del tutto a lavoro quando non utile alle proprie attività (per le emergenze c'è sempre il vecchio telefono).
L'uso degli smartphone ha ridotto quello dei pc ma anche in questo caso, anche il loro uso deve essere attivo: non si può prendere per oro colato tutto quello che si vede/legge su internet. Oltre a una buona dose di curiosità personali, sarebbe bene cercare almeno 2 o 3 fonti che abbiamo la stessa indicazione e informarsi prima sull'attendibilità di quelle fonti.


Avatar utente Sandra - 02 dicembre 2019 11:47
Ci vorrebbe un po di scuola per poter capire come è quando internet serve e quando non serve. Un insegnamento generale potrebbe forse aiutarci a ritrovare i sani principi non legati al virtuale.


Avatar utente Sara - 02 dicembre 2019 11:50
É vero, siamo stati catapultati nella tecnologia e ci sembra di non poterne più fare a meno.. Vorrei tornare a fine anni 80 quando la vita era più sana


Avatar utente Teresa - 02 dicembre 2019 11:50
Purtroppo chi non è connesso non può essere aggiornato ed oggi come oggi solo chi sa tutto di tutti non si sente emarginato, trovo ottima l'idea di alcuni locali che ti fanno posare lo smartphone oppure tipo caffetterie librerie


Avatar utente Fabio - 02 dicembre 2019 11:55
La tecnologia deve essere un supporto non un obbligo, andiamo in astinenza da social e device.
Abbiamo perso il vizio di vivere le cose materialmente.


Vincenzo avatar Vincenzo - 02 dicembre 2019 12:00
Oggi come oggi si è vero lo smartphone a preso posto nella nostra vita più delle cose importanti lasciando un segno indelebile nella società. Si può comunque contribuire ad essere meno indipendenti dal cellulare per l'uso costante di ogni giorno facendo pratica quotidianamente. Online voglio dire su Internet ci sono dei diversi metodi su cui insegnano a essere più consapevoli e moralisti e molto meno superficiali. Questo ci rende migliori alla vita di sempre e ci distingue dalla massa passiva e attiva della società al tempo di oggi .


Avatar utente Francesca - 02 dicembre 2019 12:01
Se vado a guardare per cosa la uso ormai è predominante in ogni aspetto, dal lavoro alle attività scolastiche alla parte privata, farne completamente a meno anche solo per un fine settimana (che per me poi è lavorativo) può diventare non sapere che ci sono orari da ritoccare, non avere promemoria di come vanno vestiti alla recita o perdere comunicazione con tante persone che ho conosciuto proprio grazie alla parte social, che magari possono aver bisogno di qualcosa.. la mia parte detox la metto in pratica raramente quando sono ad esempio con mio figlio a fare attività, se non è nulla di urgente guardo e basta


Avatar utente Maria Domenica - 02 dicembre 2019 12:01
purtroppo oggi gira tutto intorno a internet e questo ci fa diventare dipendenti da pc,smartphone e non solo!Inoltre penso che tutto questo vi distacchi totalmente dai rapporti interpersonali dato che ormai è di moda sentirsi sui social...
Personalmente cerco sempre di trovare il tempo per un caffè con un'amica o di passare del tempo con i miei cari!


Avatar utente Luca - 02 dicembre 2019 12:07
La tecnologia, le invenzioni in campo informatico, internet e il commercio negli ultimi anni sono sempre più andati di pari passo, quasi un "cane che si morde la coda". La pubblicità ci mostra gli ultimi ritrovati della tecnologia: smartphone, pc, tablet, televisori, ecc. sempre più evoluti e che sono in grado di realizzare ogni nostro desidero. In realtà, non ce li mostrano, ce li impongono. Se proviamo a "ribellarci al sistema", presto o tardi rimaniamo fuori dal mondo e non abbiamo la forza e le conoscenze per restare al passo coi tempo...alla fine ci costringono a piegarci con qualche escamotage (pin per accedere al conto corrente bancario, applicazioni per seguire l'andamento dei figli a scuola, indirizzi email per ottenere carte vantaggi e sconti nei negozi, cambiamento del segnale tv, ecc. ecc.), per non parlare della loro basilarità sul posto di lavoro. Una volta comprata la tecnologia, poi ne diventiamo inevitabilmente e perdutamente schiavi...d'altronde qualsiasi forma di comunicazione e informazione passa attraverso questi marchingegni (che permettono anche di svagarsi nel tempo libero, sempre che ci sia rimasto), forti della loro immediatezza e prontezza di risposta in qualunque condizione e situazione. Se dovesse mancare il segnale internet sono fonte di dolori, stress e frustrazioni, per tutti. Disintossicarsi un pochino da questo sistema sarebbe bellissimo. Più facile da dirsi, che da farsi però. Vedremo in un futuro prossimo campagne di sensibilizzazione sull'argomento, passate su...smarphone, pc, tablet e tv.


Avatar utente Manuela - 02 dicembre 2019 12:11
È molto preoccupante il rapporto che abbiamo ormai con tutti i mezzi tecnologici e informatici, sopratutto i giovanissimi. Anche se siamo più globalizzati,siamo sempre meno in contatto con chi ci è accanto; sappiamo molte più cose,ma la vera conoscenza non ci appartiene più perché siamo bombardati da notizie,vere o false,ma difficilmente si tende ad approfondire. Anche la memoria è sempre meno allenata,e tutti ci sentiamo degli esperti in ogni campo. Non credo che si potrà arrestare questa tendenza,e non penso che sarebbe positivo fermarla,perchè è giusto che il progresso continui. Ma controllare e limitare l'uso di questi mezzi potrebbe essere necessario.


Avatar utente Corrado - 02 dicembre 2019 12:11
penso che sia molto utile, ormai siamo attorniati da strumenti digitali che controllano la nostra vita e che non lasciano il tempo di riposare. Se non controlliamo una mail od un messaggio per qualche minuto siamo nervosi, disintossicarsi diventa perciò fondamentale per evitare conseguenze al nostro organismo


Avatar utente Nadia - 02 dicembre 2019 12:21
sono assolutamente d'accordo, ormai il valore delle interazioni, dell'immagine che si da' e si ha di se' sembrano passare solo dagli schermi e dai social, con un impoverimento culturale ed etico generale. in giro si vedono coppie o famiglie che anziche' parlare tra loro usano i cellulari e la vita postata su instagram spesso non corrisponde alla realta. i selfies una vota sarebbero stati considerati narcisismo, ora si e' strani se non si fanno


Avatar utente G - 02 dicembre 2019 12:22
È così utile eppure così invasiva, è così coinvolgente che il rischio di perdere il controllo e lasciarsi affascinare da tutti questi luminosissimi dispositivi elettronici è elevato. Una pausa dall'essere sempre connessi, reperibili, collegati non può che fare bene.


Avatar utente Monica - 02 dicembre 2019 12:26
Leggendo l' articolo mi trovo f accordo... purtroppo


Avatar utente Lucia - 02 dicembre 2019 12:34
é tristemente vero. Dovremmo darci delle regole e dei limiti per poter vivere meglio e utilizzare la tecnologia nel migliore dei modi.


Avatar utente Chiara - 02 dicembre 2019 12:34
Assolutamente d accordo, dovremmo disintossicarci dagli smartphine e dalla tecnologia in generale. La tecnologia è sicuramnte di aiuto ma come in tutte le cose abusare non porta a cose positive, dovremmo trovare la giusta misura. Siamo sempre con la testa bassa, ne risente la nostra postura e di conseguenza le nostre emozioni, non siamo piu aperti al mondo e al prossimo perche siamo chiusi in noi stessi e nel telefono. Non siamo piu consapevoli del momento presente e ci perdiamo la vita e le le cose semplici che ci circondano, i rapporti reali con parenti e amici, la natura che ci circonda. La vita ci accade e ci scorre senza che ce ne rendiamo conto. Io personalmente con difficolta mi metto le regole a cena telefono spento e si riaccende il giorno dopo, dopo la colazione dopo essermi preparata, e se sto con amici o parenti suoneria bassa e ni godo il momento da condividere con la persona che ho accanto. È dura ma ci provo e faccio molte piu cose allontanando il telefono e mi godo le sfumature della vita perche la vita è come un battito di ciglia e dobbiamo godercela a pieno e nn perdercela stando con la testa china... Sul telefono.


Avatar utente Maddalena - 02 dicembre 2019 12:34
Concordo con quanto affermato nell'articolo.. Siamo troppo digitali e se a volte è un bene l'uso della tecnologia perché accorcia le distanze con persone lontane.. Dall'altro lato, però, se ne fa un uso eccessivo, ed è diventato, purtroppo, parte integrante delle nostre vite.. Forse troppo direi.. A volte fa bene staccare la spina e viversi la quotidianità e guardare il mondo che ci circonda, perché così ci riappropriamo dei nostri spazi e torniamo a guardare il mondo..


Avatar utente Fabrizio - 02 dicembre 2019 12:41
Trovo i social abbiano oggigiorno una chiave di lettura ed uso diversa da come sono stati concepiti.
A farne le spese sono tutte le categorie di persone e nella fattispecie i giovani.
La realtà che ne traspare è spesso distorta.


Avatar utente Carla - 02 dicembre 2019 12:51
La tecnologia se non la si sa gestire rischia di annientare la vita reale. Bisogna usarla con moderazione e in maniera produttiva, evitando i rischi generati da una dipendenza morbosa dai social e dall'essere sempre connessi. È necessario riscoprire il piacere di una chiacchierata dal vivo e di un passeggiata in mezzo alla natura per apprezzare le piccole cose.


Avatar utente Francesca - 02 dicembre 2019 12:55
Sicuramente si . Passiamo davvero troppo tempo al cellulare


Avatar utente Johanna - 02 dicembre 2019 12:56
La Tecnologia oramai ci sta sfuggendo delle mani , per me è un problema per giovani anche noi adulti nn possiamo fare a meno ... effettivamente vorrei apprezzare di più tutto quello che abbiamo vicino...


Avatar utente Daniela - 02 dicembre 2019 13:04
Tutto vero.me ne rendo conto quando il primo pensiero al mattino è vedere se ho notifiche...E l'ultimo della giornata è praticamente lo stesso.me ne rendo conto quando vedo che nn ho nulla da fare e subito sto con lo smartphone in mano.e come me infiniti altri hanno questo comportamento sbagliato.purtroppo oggi tutto si fa con lo smartphone.a partire dalla sveglia al mattino,alla musica,alle ricette...meteo...Tutto...E ci vorrebbe una disintossicazione generale


Avatar utente Alessandra - 02 dicembre 2019 13:04
Io penso che il telefono oggi è diventato lo strumento di cui non possiamo più fare a meno. Non si esce più se non ce lo abbiamo appresso. Ogni tanto mi ricordo a come si faceva prima... Si lasciavano i recapiti dei telefoni fissi...era molto meglio a mio avviso.
Del telefonino e della tecnologia in genere se ne fa un uso troppo smisurato.


Avatar utente Laura - 02 dicembre 2019 13:07
Concordo pienamente, senza cellulare non ci si sposta di casa...in casa vedi i figli che vorrebbero sempre giocare a tablet, smarthphone, youtube..... a scuola i genitori non si parlano più, tutti a studiare chissà che cosa sui cellulari, sui mezzi di trasporto tutti a testa bassa, se prima per evitare qualche sguardo fingevi di guardare il telefono, oggi basta che cammini dritto senza telefono, che sono gli altri che non guardano più in la dei loro telefoni. Gente al mcdonalds...tutti e 4 con in mano il telefono invece di parlarsi....insomma w il Detox


Avatar utente Elisabetta - 02 dicembre 2019 13:10
Mai parole più vere.. Stiamo degenerando e io conosco bene la fatica per far capire a mio figlio 5enne che internet non è tutto e che non deve necessariamente copiare gli amichetti che sono attaccati a you tube tutto il giorno.. Quanto è brutta questa situazione che si è creata.. Dipendenza notevole che ogni tanto bisognerebbe allontanare


Avatar utente Valentina - 02 dicembre 2019 13:16
Posso dire di avere lo stesso problema, ci sono giorni che lancerei il cellulare dalla finestra per i millemila messaggi che arrivano nei duecentomila gruppi creati ormai per dire e organizzare anche la più scontata delle cose. E faccio sempre più fatica a tenerli lontani dalle mie bambine sempre più attratte.
La grande ha 9 anni ed è l'unica della sua classe ad non avere il cellulare!!!! Stiamo scherzando???? e il problema è che purtroppo rimane fuori da tantissime cose che i suoi amici condividono e che lei non sa.
Brutta storia!!!! Ci sta sfuggendo la situazione di mano, e quindi si sono daccordissimo con questo Detox!


Avatar utente Stefania - 02 dicembre 2019 13:22
Tutte credevano che la tecnologia ci avrebbe portato alla completa libertà...ci stiamo rendendo conto, però, che siamo sempre più soli e reclusi. Ormai si vive di like e di amici virtuali...


Avatar utente Pamela - 02 dicembre 2019 13:32
Credo che la tecnologia sia utile perché ci semplifica la vita e facilita le nostre attività quotidiane, ma dobbiamo utilizzarla con attenzione perché rischiamo di diventarne schiavi. Alcune attività inoltre non credo dovrebbero essere sostituite dalla tecnolohia, per esempio socializzare o andare nei negozi fisici. Secondo me nelle scuole sarebbero utili dei corsi per l'utilizzo consapevole della tecnologia ai bambini già dalle scuole medie o elementari.


Avatar utente Antonella - 02 dicembre 2019 13:33
Io non mi sento dipendente dalla tecnologia, certo uso tutti i social, sono spesso collegata, ma quanto mi sento sopraffatta stacco tutto e mi prendo qualche ora libera dai social e dai contatti.


Avatar utente Maddalena - 02 dicembre 2019 13:35
Io utilizzo il computer solo in ufficio, a casa non ne dispongo, e non ho uno smartphone, solo un cellulare vecchio modello. Talvolta mi piacerebbe avere a disposizione più tecnologia quando sono a casa ma poi mi rendo conto che ne farei eccessivo uso: meglio dosare l'uso di internet e dei social, la salute ne guadagnerà. Del resto un tempo nemmeno tanto lontano si viveva bene anche senza essere perennemente connessi, anzi credo che sotto certi aspetti si viveva meglio, senza l'ansia del messaggio e del selfie. Si viveva con serenità e si apprezzava un buon libro o un bel film alla tv oppure ci si dedicava alla cura delle piante, alla cucina e di passeggiava al parco con il proprio amico a 4 zampe senza controllare continuamente il proprio profilo su Fb e senza fare selfie.


Avatar utente Tiziana - 02 dicembre 2019 13:48
ammetto anche io di aver preso questa deriva di dipendenza dalka tecnologia spesso alimentata dall'esposizione social. mi sono un po' allegerita silenziando le notifiche e prendendomi maggiore tempo per il mio benessere. bastano poche sane abitudini per un sano detox tecnologico, anche se agli inizi non è semplice


Avatar utente Laura - 02 dicembre 2019 13:49
Assolutamente si ! bisogna riuscire a disintossicarsi dal mondo digitale! ma mi rendo conto che è sempre più difficile perchè il mondo informatico è ormai legato alla nostra vita. personalmente vivo e sono obbligata a vivere perennemente connessa ad internet.
la tecnologia doveva semplificarci la vita ora ci ha messo in gabbia.


Avatar utente Carolina - 02 dicembre 2019 13:51
Io penso che aggiornarsi tecnologicamente,interagire piu'velocemente con gli altri attraverso la tecnologia e' bello ed opportuno,aiuta a sentirsi meno soli,ad accorciare le distanze,aiuta a semplificare la quotidianita',ad esempio evitare di andare in posta a pagare le bollette,evitare perdite di tempo e con un click ci si semplifica la vita,ma con moderzione.Usare la tenologia nei limiti e nel rispetto soprattutto degli altri.Purtroppo oggi se ne fa un uso esagerato,che invade la privacy di chiunque,calpestando i valori,le tradizioni,il piacere di stare in compagnia delle persone a cui vogliamo bene,credo che sia meglio un abbraccio dal vivo che un abbraccio con l emoticon.Per me bisognerebbe ritornare ad avere rapporti confidenziali ed umani con tutte le persone che ci circondano.


Avatar utente Giacomo - 02 dicembre 2019 14:01
Concordo con quanto detto nell'articolo. La tecnologia ci sta isolando dagli altri. Sempre più spesso ci troviamo chini sul nostro smartphone intenti a navigare in internet o a leggere post sui social. Questo atteggiamento ci impedisce di accorgerci di chi e cosa ci circonda. Invece di parlare con chi è accanto a noi ci chiudiamo nel nostro mondo digitale. Io purtroppo faccio parte di questa categoria. Se ho un attimo di tempo guardo il mio smartphone per controllare la posta elettronica, o fare una ricerca so google, ad esempio. Vorrei impormi di non toccare il telefono per diverse ore e guardarmi più attorno.


Avatar utente Daniela - 02 dicembre 2019 14:05
Vero e falso. O forse vero ma non solo per colpa della tecnologia. Mi piace la tecnologia, la apprezzo molto, la possiedo, ma sono più "dipendente" dalla sostanza che dalla forma. Potrei vivere senza cellulare connesso ad internet, ma non senza lavatrice tanto per dirne una. Di base credo che, specialmente i cellulari, siano un modo così pratico, veloce e a portata di mano di avere un mondo a disposizione che viene preferito all'interazione sociale che richiede fatica: fatica di ascoltare, di capire, di immedesimarsi, di comunicare.. un sacco di abilità che si perdono nel contatto virtuale. Così, è sempre più facile non fare e non interagire, specie per le nuove generazioni che sono nate con queste tecnologie in mano prima di imparare le basi; un po' come se alle elementari ci avessero consentito l'uso della calcolatrice prima di aver imparato a contare..
Poi credo che problematiche di qeusto genere, anche se con argomenti diversi, ci siano sempre state, per ogni generazione, solo che forse c'era più tempo e modo di parlarne in famiglia.


Avatar utente Emanuela - 02 dicembre 2019 14:07
Condivido questo pensiero. Non si può vivere senza ma bisognerebbe usarla intelligentemente


Avatar utente Francesca - 02 dicembre 2019 14:12
Ormai per qualsiasi cosa si va a vedere su internet ma molte volte ci si confronta con delle nozioni errate che poi portano a commettere errori anche in documenti importanti, questo perchè non ci si reca più di persona in nessun ente, come anche le relazioni si possono rompere perchè si comunica tramite un gelido smartphone e non si vivono più le emozioni come prima....secondo me bisognerebbe fare un blackout per poter tornare a parlare guardandosi negli occhi


Avatar utente Valentina - 02 dicembre 2019 14:14
Si c'èdavvero bisogno di disintossicarsi da internet e da tutto ciò che lo circonda.
Oramai se dobbiamo andare da qualche parte, fare un acwuisto o esprimere un pensiero non ci affidiamo più a parenti amici o vicini ma solo a internet....è davvero triste questa cosa.


Avatar utente Daniela - 02 dicembre 2019 14:15
Condivido pienamente,la tecnologia aiuta in certi servizi come pagare diverse utenze ma come era bello quando dovevi per forza andare in posta o in banca per pagarle, nel frattempo incontravi amici e conoscenti con cui scambiavi quattro chiacchiere ora ti metti vicino a una scrivania e comunichi senza parlare con amici o parenti e alla sera sei quasi snervato ma non hai più la gioia di aver regalato un sorriso vero e un abbraccio


Avatar utente Raffaella - 02 dicembre 2019 14:19
La tecnologia oggi è alla base della nostra vita, tutto è in funione di essa. Il problema è l'eccesso e la non consapevolezza dell'uso.Non esiste più il confronto se non digitale e ciò crea tanta fragilità soprattutto nei giovani


Avatar utente Mariantonietta - 02 dicembre 2019 14:22
La tecnologia è diventata essenziale in tanti campi però ogni tanto bisognerebbe staccare e dedicarsi ad altre attività per evitare che diventi una dipendenza.


Avatar utente Antonella - 02 dicembre 2019 14:25
Come non dare torto ai risultati di questa ricerca. Ormai viviamo incollati ai nostri smartphone. Ogni istante della nostra vita viene catturato e reso pubblico.


Avatar utente Fabiana - 02 dicembre 2019 14:26
Purtroppo concordo ci vorrebbe una disintossicazione!!!ci perdiamo tante piccole cose..il problema è che nella società in cui viviamo è impossibile...però si può usare con la testa!!


Avatar utente Marialucia - 02 dicembre 2019 14:30
senza tecnologia non si potrebbe più vivere oggi...ovviamente come ogni cosa sene deve fare un uso giusto e controllato...e nulla fa male!!!


Avatar utente Simona - 02 dicembre 2019 14:31
Verissimo! Sempre tutti troppo presi dal digitale.. sempre con il telefono in mano.. si posta tutto sui social.. tutti a raccontare ogni minima cosa online on foto e commenti ... c'è molto, moltissimo bisogno di disintossicarsi e tornate ai valori veri della vita ...


Avatar utente Salvatore - 02 dicembre 2019 14:33
Purtroppo viviamo in un mondo sempre connesso, ormai la tecnologia ha invaso la nostra sfera privata si pensa più a condividere virtualmente che realmente, bisogna alzare lo sguardo dal telefono e guardare intorno


Avatar utente Paolo - 02 dicembre 2019 14:36
Se pure è vero che la tecnologia ormai è fondamentale nella vita di ogni giorno , è pure vero che davvero il digitale ormai è in ogni dove , per cui concordo , ci vorrebbe davvero un tempo di detox


Avatar utente Paolo - 02 dicembre 2019 14:36
Se pure è vero che la tecnologia ormai è fondamentale nella vita di ogni giorno , è pure vero che davvero il digitale ormai è in ogni dove , per cui concordo , ci vorrebbe davvero un tempo di detox


Avatar utente Maria - 02 dicembre 2019 14:48
Credo che la società odierna risenta troppo dell'influenza delle tecnologie, spesso a discapito delle relazioni interpersonali, si dialoga dietro uno schermo ecc. Soprattutto le nuove generazioni traggono avvolte solo li effetti negativi, in quanto dipendono molto da questi mezzi e modalità di comunicazione. Sono d'accordo nel sostenere che ci vorrebbe informazione sul giusto uso di questi mezzi di comuicazione, quindi detox


Avatar utente Rosalba - 02 dicembre 2019 14:50
Buon pomeriggio
sono Rosalba da San Giovanni Rotondo, ho 40 anni e sono disoccupata.
Fatte queste premesse, il modo per gestire intelligentemente la tecnologia, di cui ci disponiamo è quella, secondo me, di sfruttarla al meglio, fare ricerche utili, far crescere la consapevolezza che evitarla è inutile, va coltivata, amplificata, ma anche tenuta a bada, saper scegliere e quando le scelte sono sbagliate, lasciarle per intraprendere ciò che ci aiuta, sia dal punto di vista sociale, che da quello relazionale, della vita di tutti i giorni, il mio rapporto penso sia sano, da cinque anni sfrutto internet attraverso i sondaggi, ricevo le ricompense e questo perché, nella vita di tutti i giorni, non posso permettermi di sostenere i costi, quindi ben venga la tecnologia.


Avatar utente Anna - 02 dicembre 2019 14:56
inizio a sentire davvero il bisogno di detox digitale. Certe volte mi sembra che per guardare tutto quello che vorrei guardare su internet avrei bisogno di molte più ore nella giornata. Mi sento in crisi, certe volte, se non controllo bene la posta o le notifiche eppure penso che tempo fa non avevo bisogno di tutto questo.
Io credo che per noi adulti bastino giornate di "stacco", magari facendo altro come corsi o sedute di lettura. Per i giovani il problema è più complesso.


Avatar utente Roberto - 02 dicembre 2019 14:57
Perfettamente d'accordo, ma ormai penso che non si può più farne a meno. Bisogna soltanto usarla nei miglior modo p ossibile.


Avatar utente Nadia - 02 dicembre 2019 15:01
la tecnologia e' fondamentale e davvero utile ma va usata con parsimonia ed intelligenza


Avatar utente Emma - 02 dicembre 2019 15:10
Certamente col passare del tempo la tecnologia sarà sempre più parte integrante della nostra vita e questo non dobbiamo vederlo come una minaccia per la nostra intelligenza ma solo come un aiuto per vivere meglio.
Logicamente poi sta a noi saper usare la tecnologia in modo intelligente senza abusarne e questo vale anche oggi.


Avatar utente Enzo - 02 dicembre 2019 15:22
Lo smartphone ci ha resi schiavi della vita; per uscirne bisogna vivere la vita all'esterno delle 4 mura domestiche dove è lì che si concentra di più la schiavitù, e stare insieme a persone a cui si vogliono bene quanto più tempo possibile, magari all'inizio un po' meno e poi pian piano sempre di più. Forse si è schiavi perchè guardando solo uno schermo del cellulare ci si sente più sicuri di sé, al contrario bisogna guardare negli occhi le persone a cui si vuol comunicare qualcosa dove è lì che si vivono le vere emozioni della vita


Avatar utente Clementina - 02 dicembre 2019 15:24
purtroppo al giorno d'oggi non c'è più confronto i dispositivi elettronici hanno riempito il nostro tempo


Avatar utente Maria - 02 dicembre 2019 15:26
Argomento attualissimo e che ci tocca da vicino...Purtroppo ormai il cellulare fa’parte della nostra quotidianità...è uno di famiglia.
A volte mi rendo conto che ci isoliamo e non abbiamo più rapporti diretti con la gente...
Sembrerebbe facile staccarsene ma è veramente difficile...è diventato come un qualcosa che non puoi più farne a meno.
Ho una bimba piccola ed è davvero dura non darglielo...diciamo che con lei sto’ cominciando la fase
Detox...


Avatar utente Daniela - 02 dicembre 2019 15:45
Concordo pienamente... Siamo ormai quasi schiavi della tecnologia.. Già da piccolissimi i bambini sanno perfettamente usare cellulari e Tablet per non parlare degli adolescenti ed anche noi adulti a volte non riusciamo a staccarci dai nostri dispositivi.... Basta un minimo suono per farci subito correre a controllare lo smartphone!e se da una parte sono strumenti utili sia per lavoro che per studio ci vorrebbero dei professionisti che nelle scuole iniziassero a far capire ai ragazzi l'importanza della vita sociale senza confondere e fondere la vita reale con quella virtuale.. Ma soprattutto riportando questi strumenti al loro ruolo di aiuto di supporto e ricordandoci sempre che non sono di padroni della nostra vita...


Avatar utente Elaine - 02 dicembre 2019 15:47
E proprio vero ormai la tecnologia fa parte della nostra vita. Ormai e difficile farne a meno anche perché è presente in tutto ciò che usiamo.


Avatar utente Valentina - 02 dicembre 2019 15:50
Se per lavoro e vita privata usi internet e i social si..credo sia utile un detox ogni tanto.


Avatar utente Cristina - 02 dicembre 2019 15:52
La tecnologia entrerà nella nostra vita sempre più, starà ad ognuno di noi decidere quanto è come usarla.


Avatar utente Alberto - 02 dicembre 2019 16:00
bella la tecnologia


Avatar utente Isabella - 02 dicembre 2019 16:01
E' proprio vero… siamo tutti in balia della tecnologia… tutto ormai e' legato ad internet e non se ne riescepiù a fare a meno. Servirebbe effettivamente ogni tanto un periodo di detox


Avatar utente Guido - 02 dicembre 2019 16:27
I vantaggi della tecnologia sono innegabili.
Parte sempre più importante dell'educazione sarà dedicata a come gestire la tecnologia e i suoi impatti sulle relazioni interpersonali.


Avatar utente Marta - 02 dicembre 2019 16:57
Il rapporto quotidiano con la tecnologia è molto stretto, a volte indispensabile. È molto difficile riuscire a distaccarsi e a non utilizzarla, soprattutto in ambito lavorativo.


Avatar utente Fabio - 02 dicembre 2019 16:58
Credo che sia vero, chi più chi meno, un pò tutti la hanno. Basta fare esempi banali per capire che esiste. Tipo una coppia di fidanzati è a cena e lei perde tempo per fotografare i piatti e scrivere commenti nelle storie social. Idem anche in una cena di amici. Come se il maggiore interesse di una persona sia mostrare quello che fa a persone non presenti, che magari non esistono (i follower non sono necessarimante persone realmente interessate, a volte si scorre la pagina in automatico). Bisognerebbe rendersi conto che le persone importanti sono la famiglia e quelle che sono con noi. Di certo l'internet delle cose porterà a tenere sempre più il cellulare in mano, anche se in questo potrebbero aiutare dispositivi a comando vocale come google home o echo dot di amazon


Avatar utente Omar - 02 dicembre 2019 17:13
A volte sento anche io la necessità di vivere un momento di Detox tecnologico. Mi capita più frequentemente quando magari non lavoro e ho più tempo libero; ma in generale mi trovo in una situazione paradossale, quando mi trovo a stare lontano dai miei dispositivi tecnologici, non so se mi disintossico, ma di sicuro mi viene più voglia di tornare quanto prima ad utilizzarli.


Avatar utente Jana - 02 dicembre 2019 17:22
Detox digitale ci vorrebbe di sicuro, ma per quanto si potrebbe però realizzare davvero? Che ormai anche iscrizioni alle scuole si fa nel modo digitale, quindi o ti adegui o non vivi. Però sicuramente ci farebbe bene a tutti usarla per necessità, non per divertimento, e anche se fossi divertimento, ma sempre con cautela per poter dedicare più tempo alle nostre famiglie.


Avatar utente Alina Cornelia - 02 dicembre 2019 17:29
tutto vero.niente da fare purtroppo,incollati al telefono e con tanta angoscia quando non ci sta,oppure si scarica la batteria.La prima cosa che controllo al mattino,devo riconoscere:e piu forte di me,non riuscirei mai ad starci senza.


Avatar utente Marco - 02 dicembre 2019 17:46
La tecnologia entrerà nella nostra vita sempre più, starà ad ognuno di noi decidere quanto è come usarla.


Avatar utente Alessandro - 02 dicembre 2019 18:00
La tecnologia serve a piccole dosi, tutto dipende da noi quanto usarla


Avatar utente Maria Antonietta - 02 dicembre 2019 18:04
Purtroppo se la tecnologia da un lato ci ha permesso di affrontare in maniera più sbrigativa certe cose dall'altra penso che un pò la vita l'abbia complicata. Penso soprattutto a un anziano come ad esempio i miei genitori che non sanno usare uno smartphone o un pc e che non si mettono nemmeno perchè sono persone semplici e la tecnologia non gli interessa, come non gli interessa essere considerati fuori dal mondo o addirittura alieni. Ci dovrebbe essere un pò di elasticità nei loro riguardi. Mi è capitato da poco di assistere ad un episodio alquanto sgradevole, ero in posta per inviare una raccomandata e questa signora delle poste si è messa ad aggredire questa signora anziana perché non usava la carta allegata al libretto, che per colpa sua il sistema era andato in tilt e lei dopo mezz'ora doveva andare via. La Signora anziana che continuava a scusarsi dicendo che non era abituata ad utilizzarla e che si dimentica anche di averla la carta tanto non la usa mai che non è capace ad utilizzarla. Naturalmente tutti noi presenti assistendo alla scena abbiamo rimesso apposto la signora dicendole di darsi una calmata e che si doveva solo vergognare a trattare così una persona anziana, però a volte ho la sensazione che, a prescindere da questo episodio, la tecnologia ha preso troppo il sopravvento e ci ha talmente abituati ad essere frettolosi e veloci che quando si intoppa ci fa diventare irascibili. Mi rendo conto che si sono persi tutti quei valori umani che erano importanti, come la gentilezza, la cortesia ecc. la gente non scambia più quattro chiacchiere se non via social per non parlare dei bambini diventati schiavi (passatemi il termine) dei videogiochi. Ci sarebbe voluto davvero una via di mezzo


Avatar utente Teresa - 02 dicembre 2019 18:13
Utilizzo la tecnologia per quello che ritengo necessario, ma effettivamente al giorno d'oggi è necessario quasi per tutto. Se c'è bisogno di fare una ricerca, leggere notizie, per lavoro, per cercare il miglior prezzo, per cercare modi alternativi di risparmiare, concorsi. Ma mi rendo conto che davvero rischio di passare gran parte del tempo al telefono a al pc. Questo distrae un po' dal rapporto umano con le persone, le senti una volta in meno, scrivi piuttosto che parlarci. Ma non faccio il superfluo, o comunque è raro. La prima cosa che penso è di non dover togliere tempo a mio figlio. Quando sono con lui utilizzo la tecnologia per lo stretto necessario, il tempo vola, i figli crescono, il tempo per vedere i propri cari e gli amici è sempre poco...bisogna godere di questi momenti e cercare di viverli al meglio. La prima cosa è non togliere il tempo agli affetti, coltivare sempre i rapporti, la comunicazione fatta di parole e di sguardi, è triste vedere una mamma perennamente col cellulare in mano che non guarda suo figlio che gioca, gente vicina ma lontana su un divano, a tavola, al parco.


Avatar utente Luisa - 02 dicembre 2019 18:16
Purtroppo oggi la tecnologia ha invaso sia in modo positivo che negativo la nostra vita sociale....... Con la tecnologia riusciamo a fare piu' cose in molto meno tempo,restiamo aggiornati in tempo reale su cio' che accade in torno a noi,acquistiamo velocemente tutto ciò' che ci serve e spesso a prezzi più bassi......ma purtroppo la maggior parte di noi non riesce più a fare a meno di tutto cio',non si relaziona più con gli altri e vive nel proprio mondo preoccupandosi di ciò che viene scritto sui social.......a mio parere se non si mette un freno a tutto ciò prenderà sempre più il sopravvento e si arriverà ad un punto di non ritorno....


Avatar utente Valentina - 02 dicembre 2019 18:32
Sono d'accordo, e ho percepito questa dipendenza già dal 2006 quando ho cominciato a scrivere un libro, "Eleinda - Una Leggenda dal Futuro", un distopico che tratta, tra i vari temi, anche quello della dipendenza dalla tecnologia e dai social network in primis.
Non so come potrebbero cambiare le cose se non cominciando da noi stessi, con tanta, tantissima forza di volontà, visto che la tentazione dei social è continuamente in agguato con le sue notifiche nei nostri smartphone.
Giorni fa avevo immaginato l'istituzione di una giornata mondiale dove nessuno accede ai social, almeno per quel giorno, e ho immaginato anche le conseguenze che si potrebbero scatenare. Non so perché, ma ne ho immaginate più negative che positive. Se penso a quanto la rete determini le funzioni dei pagamenti dei bollettini al Tabacchi (dove ho visto gestori in panico quando non gli apparecchi non funzionavano causa maltempo), del sistema bancario, o che addirittura tempo fa ho visto dei vigili della municipale scambiarsi informazioni e documenti attraverso Watsapp e sclerare perché ancora non c'era l'icona di visualizzazione da parte del destinatario... l'elenco non finisce qui.
Dipendiamo completamente dalla rete.
Nasce allora l'esigenza individuale, insita in ognuno di noi, anche in chi non lo ammetterebbe, di staccarsi da tutto questo e riprendere il contatto vero, quello con noi stessi e con i nostri familiari. Donare quegli sprazzi di tempo libero ai nostri pensieri, e non alla home con le notizie di chi seguiamo ma che nemmeno conosciamo alla lontana.


Avatar utente Anto - 02 dicembre 2019 18:32
La tecnologia in tutti i suoi settori e sviluppi è ingegno, progresso, futuro e oggi non si può vivere senza. E' pur sempre uno "strumento" creato dalla mente dell'uomo ed il suo utilizzo coscienzioso è sempre nelle sue mani. Insomma sta a noi comprenderne il giusto valore e potere, i suoi vantaggi e svantaggi, l'uso corretto della stessa e regolarci di conseguenza... Ogni cosa, ogni sostanza, ogni comportamento rientra nel "tossico" se assunto oltre i limiti consentiti, pertanto è necessaria una regolamentazione ed uno stile di vita "sano"....


Avatar utente Adriana - 02 dicembre 2019 18:34
Bisognerebbe ognitanto potersi disconettere, ma effettivamente sembra impossibile, in quanto oramai ogni cosa sembra necessitare di una connessione a internet per poter essere fatta. Specialmente per quanto riguarda il lavoro è praticamente impossibile fare senza dispositivi vari.


Avatar utente Fabio - 02 dicembre 2019 18:52
Il mio rapporto con la tecnologia è ottimo perchè la utilizzo e ne prendo il meglio senza divenirne schiavo. Uso ad esempio i social network per rimanere in contatto con le persone ma non sono sempre connesso e non cerco di allargare le mie amicizie con persone che prima erano sconosciute.
Inoltre grazie a internet posso trovare tutto di ciò di cui ho bisogno di sapere senza muovermi da casa.
Non bisogna come in ogni cosa esagerare ma sfruttarla al meglio possibile


Avatar utente Loredana - 02 dicembre 2019 19:16
Senza tecnologia ormai non si puo' fare a meno , vero e'che ci sono degli usi impropri e come ogni cosa gli abusi determinano delle patologie malate e succube.Basta una bella dose di equilibrio.


Avatar utente Stefania - 02 dicembre 2019 19:30
Effettivamente siamo sempre più Schiavi della tecnologia. È difficile trovare persone in giro che nei tempi di attesa ( e non solo) non abbiano in mano il telefono o un tablet. Anche il lavoto e le stesse istituzioni si stanno digitalizzato perciò, anche volendo, sarebbe davvero difficile rimanere escluso da questo mondo.
Come fare per disintossicarsi? Bella domanda... Bisognerebbe proprio non averne bisogno.


Avatar utente Maria Giusi - 02 dicembre 2019 19:30
La tecnologia, quella usata bene, è ormai indispensabile in ogni aspetto della nostra vita e dei nostri figli. Io non mi preoccupo per come uso io la tecnologia, i social, i device tecnologici, perché sono della generazione che è cresciuta passo passo con gli sviluppi dell'innovazione, quindi riesco a rendermi conto di come usarla al meglio.. la preoccupazione è per mio figlio e per tutti quelli della sua generazione, per i quali spesse volte (soprattutto se i genitori in primis sono digital addicted) è difficile persino capire quanto tempo si stia passando online. Per loro servirebbe un'educazione al digitale, che magari partisse dalla scuola, continuasse a casa e con la quale si possa arrivare ad un equilibrio.


Avatar utente Andrea - 02 dicembre 2019 20:15
La tecnologia va usata con intelligenza. Non saper trascorrere neppure un'ora senza dover guardare il cellulare è sinonimo già di dipendenza. Purtroppo oramai ci si lascia dirigere e dominare dal virtuale, perdendo così il bello del reale.


Avatar utente Matelda - 02 dicembre 2019 20:22
È vero ma ogni tanto bisogna staccare, prendersi delle ore o anche un intera giornata per stare con i propri cari e fare cose semplici come una passeggiata ma senza essere costantemente connessi, meglio lasciare il cellulare a casa!


Avatar utente Silvia - 02 dicembre 2019 20:40
Si occorre veramente oggi come oggi disintossicarsi dalla tecnologia, dallo stare sempre connessi e sui social. Si perde veramente il senso della realtà, la vita ci scorre davanti e noi perdiamo ore a navigare in un qualcosa impalpabile ma molto potente.


Avatar utente Rosario - 02 dicembre 2019 21:10
Penso che l'esigenza di un detox digitale sia un'esigenza di molti, ma non la mia. Infatti la utilizzo come mezzo per fare qualcosa (tenermi in contatto con qualcuno, lavorare, cercare informazioni) e non come mezzo di dipendenza, come unica fonte di intrattenimento o metodo principale di rapportarmi con le persone. Molti scambiano la realtà vista attraverso lo schermo con la realtà che li circonda, che purtroppo per loro non coincidono.


Avatar utente Monica - 02 dicembre 2019 21:12
Occorre ripensare al proprio rapporto con la tecnologia non solo per far bene a se stessi, ma anche per preservare le generazioni future da patologie sociali gravi. Assistiamo sempre più frequentemente a episodi di violenza, aggressività e iperattività di bambini di fasce d’eta sempre più basse. Se poi chiediamo a ciascuno di essi se posseggono uno smartphone sono ben pochi quelli che a 6 anni non lo posseggono. I genitori si sorprendono di aggressività verbale e non dei propri figli, per poi scoprire che vengono lasciati da soli nell’uso di questi dispositivi. Il futuro non è roseo.


Avatar utente Nicola - 02 dicembre 2019 21:29
E' un tema spesso sottovalutato, quindi ben venga che se ne parli. Spesso mi imbatto in persone, soprattutto ragazzini, che smanettano allo smartphone addirittura mentre attraversano strade pericolose o sui binari dei treni, credo che la cosa ci stia sfuggendo di mano. Per quanto mi riguarda, io non consulto mai tablet o smartphone quando cammino per la strada, inoltre almeno di prima mattina e prima di dormire non sono connesso, mi piace avere sempre ben chiara la distinzione tra vita reale e vita online. Inoltre, è sempre positivo e salutare fare una bella passeggiata quotidiana respirando il mondo reale. Il messaggio va comunicato soprattutto ai più giovani, che rischiano di trovarsi intrappolati in una situazione che limita i sensi e sopprime la personalità.


Avatar utente Rosa - 02 dicembre 2019 21:49
Purtroppo la tecnologia ci sta allontanando completamente dalla realtà che ci circonda. Non si parla più, non ci si osserva intorno. Bisogna imparare a staccare da internet e goderci gli affetti e il mondo che ci circonda.


Avatar utente Marco - 02 dicembre 2019 22:03
Purtroppo è vero, ormai siamo schiavi del cellulare, ha sostituito il dialogo, si dovrebbe trovare il modo di usarlo il giusto e per le cose necessarie


Avatar utente Luciana - 02 dicembre 2019 22:06
Purtroppo è una dura realtà è sono d accordo con questa prospettiva di disintossicazione ci vorrebbe perché siamo in continuazione legati alla tecnplogia


Avatar utente Marco - 02 dicembre 2019 22:10
Per quanto mi riguarda potrei tranquillamente fare a meno del cellulare, essere sempre reperibili è tremendo. Non posso più fare a meno invece di internet che trovo sia uno strumento importantissimo nel mondo del lavoro, della cultura e nei contatti con persone lontane. Ritengo però che non sia giusto frenare il progresso, bisognerebbe solo fare più attenzione con le nuove generazioni.


Avatar utente Marco - 02 dicembre 2019 22:22
la tecnologia deve agevolarci senza condannarci a diventare schiavi. Per disintossicarmi, una volta a settimana non uso il mio tablet ed il mio pc, limitando l'uso del mio smartphone


Avatar utente - 02 dicembre 2019 23:02

Modifica il commento

Contenuto


Ban / Unban

Impostazioni di ban per l'utente

Id utente:

Nome utente:

Email:

Banna da questo post del blog
Banna da ogni post del blog

Cancella il commento

Il commento verrà cancellato

Modera il testo del commento

Il testo sarà sostituito da [commento cancellato dal moderatore]

Archivia discussione

La discussione sarà visibile solo per gli admin

Imposta come bozza

Il commento sarà nascosto dalla pagina anche per gli admin: potrà essere ripubblicato oppure cancellato definitivamente da backend.

Attenzione: se si tratta della testa di una discussione (thread) tutta la discussione verrà nascosta dalla pagina.


Il problema è l'uso eccessivo dei dispositivi elettronici, specie per quanto riguarda i social network che non permettono di conoscersi davvero creando spesso una versione distorta del nostro carattere e di quello della persona con la quale ci si rapporta, perciò vanno usati con prudenza e solo per entrare in contatto con persone con le quali bisogna poi instaurare un rapporto vis a vis per approfondire la conoscenza.


Avatar utente Lorenzo - 02 dicembre 2019 23:39
Non si può certo dire il contrario, avremmo tutti bisogno di una disintossicazione dalla tecnologia, ma questo, purtroppo, è alquanto difficile. Ormai, siamo già su un punto di non ritorno perché la tecnologia entra a far parte della nostra vita sin da un'età prematura, privando il bambino, l'adolescente e anche noi adulti di importanti esperienze di vita . Il cambiamento apportato dalla tecnologia, non solo nell'ambito lavorativo, ma anche familiare, sentimentale, ha cambiato completamente il nostro modo di vivere, creando pian piano una dipendenza da cui difficilmente si riuscirà a disintossicarsi. Oggi, ogni cosa è legata alla tecnologia e noi sempre più a essa e sempre meno agli esseri umani. Non è difficile notare come in tante situazioni, pur essendo in gruppo, vi sono persone completamente isolate e prese solo ed esclusivamente dal proprio smartphone. Inoltre, la tecnologia, associata ai social ha trasformato buona parte della società in tanti imbecilli che vivono solo di finzioni e dimostrazioni di un modo di essere che non appartiene loro ma che si vuole che sia la visione che gli altri abbiano di sé. Per disintossicarsi, sarebbe opportuno che la fruizione di internet fosse limitata ad un tot di ore giornaliere, lasciando, nelle ore successive, le nostre menti libere di sognare. Purtroppo, sappiamo benissimo che questo non accadrà mai.


Avatar utente Mauro - 02 dicembre 2019 23:40
Bisognerebbe smetterla di collegarsi ogni minuto....ma manca la forza di volontà...


Avatar utente Clementina - 03 dicembre 2019 00:27
Ormai bisogna rassegnarsi il futuro è questo, si deve solo saperne fare buon uso!!!


Avatar utente Daniele - 03 dicembre 2019 02:40
Io non mi ritengo schiavo della tecnologia. La uso, ma non ne abuso, in quanto tolgo degli spazi in cui non sono connesso. Ad esempio volutamente non ho uno smartphone, secondo me una diavoleria che crea un'assurda dipendenza. E molte volte esco di casa senza il telefono, mi piace vivere alla vecchia maniera. Per la connessione ad Internet uso il portatile da casa. E vivo nel giusto equilibrio.
Più in generale, effettivamente vedo troppa gente schiava del web in giro, sempre connessi, persino mentre camminano. Per me è assurdo vivere così e sinceramente quando vedo cose simil provo molta pena.


Avatar utente Rossana - 03 dicembre 2019 05:41
Si sono finiti i giga??? Catastrofe! Ed allora si è lì a cercare una rete wifi libera per potersi connettere ai più famosi social ed essere "aggiornati" su cose futili o sulle notizie dell'ultima ora. Molto spesso pur di controllare e chattare e scorrere le pagine del nostro Smartphone non ci accorgiamo che ad un cm da noi sta succedendo qualcosa, o che la persona che ci è accanto vorrebbe dirci o avrebbe da raccontare qualcosa...


Avatar utente Teresa - 03 dicembre 2019 06:09
Ci troviamo in un mondo ormai dominato dal multitasking, aumentando le distrazioni di ogni giorno.
Siamo in epoca digitale che insinua nelle nostre vite in ogni momento della giornata, come se volessimo colmare un vuoto.
Abbiamo bisogno di affrontare questa grande rivoluzione tecnologica trovando la giusta misura.


Avatar utente Daniela - 03 dicembre 2019 10:24
la tecnologia ha un ruolo importante nella vita di oggi giorno perchè ci ha permesso di emanciparci e fare cose straordinarie che anni fa ci sognavamo. purtroppo però stimao eccedendo nel suo utilizzo e come ogni eccesso la cosa non è buona. basti pensare ai ragazzini che si suicidano se non ricevono un like ai propri post o immaggini ...è assurdo!
io uso la tecnologia in modo cauto.... me ne servo...uso i dispositivi elettronici...ma sempre con moderazione. quindi non mi ritengo uno schiavo digitale! ogni tanto però una bella detox dal web ci vorrebbe!


Avatar utente Anna - 03 dicembre 2019 10:26
È già da qualche decennio che siamo a stretto contatto con la tecnologia. Oggi possiamo dire che l’uomo ne è diventato “schiavo” infatti senza questa non riesce più a vivere. Ai giorni nostri si usa la tecnologia per qualsiasi cosa : scambiarsi opinioni con gli altri, lavorare…ecc. L’ uomo viene manipolato dalla tecnologia e neanche se ne accorge. La sua vita gira infatti intorno a un apparecchio elettronico,capace di svolgere qualsiasi cosa. Oggi non esiste più niente di cartaceo, tutto è online; basti pensare che i ragazzi non sono più in grado di utilizzare un vocabolario poiché anche questo è sul web e con un semplice click, in un secondo, hai tutto ciò di cui hai bisogno. Ma qui viene il bello. La cosa più sbalorditiva è che in America i bambini vengono a contatto con questa già dai primi mesi di vita. Oggi esistano dei pupazzi impiccioni che registrano tutto ciò che dicono i bambini. In questo modo si viola la privacy di un’intera famiglia; inoltre viene spontaneo chiedersi:<>. Inoltre per i bambini diventa molto nocivo venire a contatto con la tecnologia già dai primi mesi di vita. A questo punto non ci resta che chiederci cosa farà di noi la tecolonia tra qualche decennio .


Avatar utente Maurizio - 03 dicembre 2019 10:28
non mi ritengo uno schiavo dei dispositivi tecnologici, ma non posso non ammettere che ogni attimo che ho liberolo dedico a sbirciare sui social o le email! si dovrebbe fare più attenzione a cio' che ci circonda piuttosto che al virtuale ...ma oggi per sentirsi inglobati se non abbiamo un profilo social non esisti! ogni tanto dovremmo prenderci una pausa dal web, social tecnologia ecc.... e godere delle cose reali!


Avatar utente Fabio - 03 dicembre 2019 11:57
Si avendo 38 anni posso dire di averne viste varie di situazioni. Diversi anni fa c'era la dipendenza esclusiva dai cellulari, nonostante si potessero mandare solo sms. Poi c'è stata l'epoca dei portatili, accedevo a facebook soprattutto da lì; molte persone che conosco hanno comprato un portatile proprio per accedere a questo social. Poi ci sono stati gli smartphone, sostituiti per un periodo dai tablet. Ora grazie agli schermi più grandi siamo ritornati agli smartphone. Questi ultimi rispetto agli altri dispositivi sono più invadenti perchè lì abbiamo sempre con noi e sono un continuo disturbo. Personalmente ritengo che la qualità delle mie conversazioni attraverso questo mezzo siano peggiorate, perchè se oggi molte avvengono tramite whatsapp. Per cui io scrivo un mess, l'altra persona risponde quando può, ad esempio dopo un'ora. Ma dopo io sono occupata e rispondo dopo anche io. Questo da l'idea di una conversazione che va avanti per una giornata ma in realtà è di pochi minuti. Questa cosa ti distrae molto. Bisognerebbe prendersi qualche minuto per conversazioni vere e più intense


Nicoleta avatar Nicoleta - 03 dicembre 2019 12:21
Purtroppo l uso di smartphone peggiora la nostra relazione con la vita reale, me ne rendo conto che sto buttando via il mio tempo solo per connettermi online. Spero che un giorno potrò farne a meno, ma ho i miei dubbi...


Avatar utente Lori - 03 dicembre 2019 15:06
io ho un buon rapporto con la tecnologia, per me stare senza essere connessa sarebbe un problema anche se ritengo che in alcune situazioni, come a cena in famiglia o situazioni simili, il telefono deve essere lasciato da parte. Mi piace essere connessa ma senza esagerare..


Avatar utente Veronica - 03 dicembre 2019 15:49
Non so se dire purtroppo o no , cmq è vero ormai si va avanti così bisognerebbe farne un giusto uso e soprattutto insegnare ai nostri figli il giusto uso facendogli sicuramente da esempio ma oramai si fa tutto connessi , stamattina per esempio mi sn ritrovata ad un orientamento scolastico dove dicevano che per evitare di portare il peso dei libri a scuola attraverso un codice che ha il libro
ti registri nel sito scolastico accedi e puoi seguire la lezione attraverso la i pod,,, per una cosa del tutto nuova, poi l'iscrizione è solo online , ormai puoi fare tutto comodamente da casa sicuramente è anche un bene con le corse che si fanno tutto il giorno ,,, insomma io nn so se sarei capace di ritornare indietro sn sincera preferisco queste comodità c'è tutto un mondo dietro la connessione bisogna farne un giusto e corretto uso


Avatar utente Anna Rita - 03 dicembre 2019 19:21
mi rendo conto di usare troppo i dispositivi elettronici nel corso della giornata e vorrei riposarmi e far riposare gli occhi. servirebbe stare un po' di tempo senza dispositivi per disintossicarci


Avatar utente Angela - 03 dicembre 2019 21:02
Impossibile disintossicarsi dai dispositivi, sia per scopi lavorativi sia per scopi quotidiani e o svago.. ormai smatphone e cellulari sono alla base della vita quotidiana, basti pensare che anche a scuola non rilasciano piu nemmeno una circolare cartacea e tu genitore, volente o nolente, imbranato o meno sei obbligato a visionarla tramite l'app , cosi come i voti assenze ecc.. ma fosse solo quello il problema sarebbe ancora nulla, purtroppo troppo presi dalla frenesia del conoscere fatti anche di nulla importanza piuttosto che informazioni importanti, ci ritroviamo automaticamente su google a digitare il testo desiderato, nulla a che vedere con la sana "spettegolata" con il vicino di casa (che ormai in alcune città non si sa nemmeno piu che volto abbia) o pomeriggi in biblioteca tra amici a fare ricerche.. e inevitabilmente chiunque dice ne posso fare a meno senza fatica si sbaglia di grosso... si ovvio è possibilibe provarci , stare senza telefono una giornata non è un sacrificio impossibile ma sicuramente la prima cosa che faremmo raggiunta l'ora X di astinenza sarà consultare subito il telefono.


Avatar utente Angelica - 03 dicembre 2019 22:05
Come per tutte le cose, il troppo stroppia.
Anche in ambito digitale dobbiamo imparare a dosare l'uso delle nuove tecnologie, sin da piccoli.


Avatar utente Alessandra - 03 dicembre 2019 22:59
io ogni tanto sento il bisogno di staccare completamente da tutto e da tutti


Avatar utente Beatrice - 04 dicembre 2019 09:54
Ormai i dispositivi elettronici fanno parte del nostro vivere quotidiano, affrontare la giornata senza di loro sta diventando sempre più difficile. Dovremmo limitare l'utilizzo per migliore noi stessi


Avatar utente Daniela - 04 dicembre 2019 11:24
purtroppo è verissimo. oggi la tecnologia, l'essere connessi è diventato importantissimo in ogni sfera della vita sia in quella affettiva che lavorativa di svago ecc, ma ci ha così talmente assorbito che nn ne sappiamo fare a meno anche per un breve periodo, a volta arriviamo anche a confondere o sostituire la vita vera con quella digitale.
dovremmo renderci conto di tutto cio e limitare al minimo l'uso della tecnologia ...


Avatar utente Katerina - 04 dicembre 2019 13:33
Secondo me il modo migliore sarebbe trovare una via di mezzo, usare sì la tecnologia ma senza perdere il contatto umano. Postare ogni tantotanti qualche foto sui social media mantenendo però la nostra vita privata solo per noi. Il giorno d'oggi è difficile ormai vivere senza internet perché hai tutte le informazioni sotto mano ed è comodo, però non dobbiamo esagerare perché rischiamo di essere isolati da parenti, amici e dal mondo che ci circonda.


Avatar utente Barbara - 04 dicembre 2019 18:00
Senza è difficile starci, ormai ruota
Tutto attorno al mondo digitale, informazione, lavoro, svago....


Avatar utente Antonella - 04 dicembre 2019 18:22
Cerco di ridurre l'uso dell tecnologia la minimo quando sono con mio figlio, sì gli faccio vedere la tv, ma fortunatamente lui non ama starci troppo lì davanti e preferisce giocare con qualsiasi altra cosa. E' stancante stargli dietro,a ma è nettamente più gratificante


Avatar utente Gionatan - 04 dicembre 2019 20:14
Dobbiamo tutti ridurre telefono tv e tutto ciò che è digitale


Avatar utente Elisabetta - 04 dicembre 2019 22:15
Assolutamente d'accordo. Siamo circondati dalla tecnologia che ci assorbe completamente e non siamo più in grado di restare soli. Personalmente, ogni tanto, sento la necessità di isolarmi letteralmente dal resto del mondo, staccando internet, cellulari, telefono e riscoprendo me stessa e quello che mi piace fare. Sapete qual è il problema? A parte il fatto che, agli occhi di tutti sembro "strana", l'ultima volta che mi sono ritagliata una giornata tutta per me ho poi dovuto letteralmente giustificarmi con tutti per non essere stata rintracciabile, come se il fatto di possedere un cellulare desse il diritto al prossimo di entrare nella vita degli altri a proprio piacimento. E questo vale per tutti, sempre e comunque...


Avatar utente Roberto - 05 dicembre 2019 16:31
A causa della tecnologia dedichiamo meno tempo alla famiglia e agli affetti. Spesso in vacanza o ad un concerto si preferisce filmare l'evento piuttosto che goderselo e ciò è sbagliato. Siamo tutti purtroppo un po' schiavi della tecnologia


Avatar utente Cinzia - 06 dicembre 2019 10:43
io ritengo che le persone che arrivano a certi livelli di dipendeza dalla tecnologia fondamentalmente anche senza di essa avrebbero trovato rifugio in altro, non posssiamo incolpare il progresso se i problemi sono personali


Avatar utente Alessandra - 09 dicembre 2019 09:35
purtroppo siamo invasi dalla tecnologia. Eppure è qualcosa che ci aiuta nella vita di tutti i giorni e ci rende a volte tutto più semplice. Forse è la natura umana che tende sempre ad abusare di tutto in ogni caso credo davvero che abbiamo bisogno di disintossicarci.


Avatar utente Luisa - 12 dicembre 2019 00:20
Purtroppo non se ne può fare più a meno, vedo persone di qualsiasi età che camminano non guardando neanche dove vanno poichè ahime tutti con la testa nello smartphone o tablet


Avatar utente Lucia - 14 dicembre 2019 17:56
Sì è vero, molto spesso se ne abusa...restando il fatto che ormai è difficile non essere connessi...bisognerebbe prendere il tutto con più leggerezza e non farci prendere la mano.


Avatar utente Palmira - 31 dicembre 2019 23:25
La tecnologia ci sta allontanando dalle persone care, stiamo diventando anaffettivi e privi di idee e sensibilità



Devi accedere per poter postare un commento.

PRIVACY POLICY E INFORMATIVA SULL’USO DEI COOKIE

Gentile Utente, 

i tuoi dati personali (nome/cognome, email) e qualsiasi altra informazione che potrai fornirci volontariamente via email e attraverso il form di contatto del sito https://www.sigmaconsulting.biz (“Sito”) saranno trattati per le finalità di seguito illustrate:

• evasione delle richieste di informazioni che ci hai inoltrato;

• svolgimento di studi e ricerche su base anonima inerenti alle visite e alla navigazione del Sito;

• invio di informazioni sulle nostre attività.  


I dati personali sono forniti su base volontaria e per il loro trattamento viene richiesto il tuo consenso. In caso di mancato conferimento del consenso non potremmo dare corso alle richieste inoltrate attraverso il form di contatto.


Il trattamento dei dati sarà effettuato in Italia da parte di nostri dipendenti, collaboratori e soggetti incaricati per attività di aggiornamento e manutenzione del Sito. I tuoi dati non saranno diffusi, né trasferiti verso Paesi extra UE.


I dati saranno trattati per il periodo necessario ad evadere la richiesta e fino a tua revoca per quanto riguarda l’invio di informazioni sulla nostra attività.


Relativamente ai dati personali, in ogni momento mediante semplice richiesta scritta indirizzata al Titolare, anche a mezzo email o tramite soggetto delegato, potrai (i) ottenere l'accesso ai dati personali per conoscere origine dei dati, finalità del trattamento, logica applicata al trattamento con uso di strumenti elettronici, categorie di dati, destinatari (o categorie di destinatari) ai quali gli stessi saranno comunicati, periodo di conservazione, e la loro comunicazione in una forma intellegibile; (ii) ottenere la rettifica, l’integrazione, la cancellazione dei dati o la limitazione del trattamento; (iii) opporti al trattamento dei tuoi dati personali; (iv) ottenere la portabilità dei dati, ove pertinente; (v) revocare il consenso in qualsiasi momento; (vi) proporre reclamo ad un'autorità di controllo.

Il sito fa utilizzo dei seguenti cookie:

Nome: october_session
Dominio: www.sigmaconsulting.biz
Durata: sessione
Finalità: cookie tecnico di sessione per la gestione degli accessi alle varie sezioni del sito

Nome: _gat_gtag_UA_98725341_1
Dominio: .sigmaconsulting.biz
Durata: sessione
Finalità: cookie tecnico di sessione per il monitoraggio anonimizzato degli accessi via Google Analytics alle varie sezioni del sito. Nessun dato raccolto è ceduto a terzi.

Nome: _gid
Dominio: .sigmaconsulting.biz
Durata: 1 anno
Finalità: cookie tecnico di sessione per il monitoraggio anonimizzato degli accessi via Google Analytics alle varie sezioni del sito. Nessun dato raccolto è ceduto a terzi.

Nome: _ga
Dominio: .sigmaconsulting.biz
Durata: 2 anni
Finalità: cookie tecnico di sessione per il monitoraggio anonimizzato degli accessi via Google Analytics alle varie sezioni del sito. Nessun dato raccolto è ceduto a terzi.

Come rimuovere i cookies da Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647
Come rimuovere i cookies da Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
Come rimuovere i cookies da Internet Explorer: https://support.microsoft.com/it-it/help/17442/windows-internet-explorer-delete-manage-cookies
Come rimuovere i cookies da Opera: https://help.opera.com/en/latest/web-preferences/#cookies

Titolare del trattamento:

Sigma  Consulting S.r.l.s., sede legale Pesaro (PU), Via del Cinema n. 5,  c.a.p. 61122; Tel.: 0721.415210, Fax: 0721.1622038, e-mail: info@sigmaconsulting.biz, P.E.C.: sigmaconsulting@gigapec.it;

Responsabile della Protezione dei Dati (DPO):

Avv. Silvia Dalle Nogare con domicilio in Via Battaglione Val Chiese, 10 - 36100 Vicenza c/o Pacta Avvocati Associati; Tel. 0444 564365, Fax 0444 280296, e-mail: silvia.dallenogare@pactavvocati.it, P.E.C.: silvia.dallenogare@ordineavvocativicenza.it.