Ritorno a scuola: tra nuove regole e polemiche


“Tutto pronto? C’è ancora qualche criticità, ma questo c’è stato sempre, ogni anno.” Quest’anno, all’apertura delle scuole prevista per la giornata di ieri 14 settembre, sul banco di prova c’era più lei che gli studenti: la ministra Azzolina. Criticata fino all’ultimo per le scelte fatte in materia di sicurezza nelle scuole, si è espressa come riportato alla vigilia della ripartenza. Le novità di quest’anno sono moltissime, le abbiamo riassunte per punti principali.

I banchi della discordia

Per mesi si è parlato di banchi a rotelle come se rappresentassero l’unica soluzione per una riapertura delle scuole in sicurezza. La realtà dei fatti è che non tutti gli studenti troveranno ad aspettarli dei banchi di ultima generazione: sono 2,4 milioni i nuovi banchi consegnati agli istituti, ma meno di mezzo milione sono quelli realmente innovativi. Tutti gli altri dovranno accontentarsi di un banco monoposto o dovranno ingegnarsi per mantenere la distanza di sicurezza, assicurata dalla riorganizzazione delle classi. E già il web si scatena sull’argomento, mostrando decine di modi diversi in cui si potrebbe mantenere la distanza pur conservando i banchi tradizionali.

La distanza di sicurezza

Il 2020 è stato e continuerà ad essere l’anno del distanziamento sociale. Gli studenti dovranno essere in ogni caso e in ogni ambiente distanti di almeno un metro l’uno dall’altro. Maggiore la distanza imposta agli insegnanti, che dovranno mantenersi invece a due metri dagli studenti. Secondo le nuove norme, i professori e i maestri potranno sì muoversi all’interno della classe, ma prestando sempre la massima attenzione al rispetto della distanza di due metri.

E in caso di febbre?

febbre scuola covid.jpg

Gli studenti hanno ora l’obbligo di misurare la temperatura prima di andare a scuola. Un gesto che diventerà forse un’abitudine d’ora in poi, e che permetterà di isolare tempestivamente i nuovi contagi. Con una temperatura uguale o superiore ai 37,5 gradi lo studente deve necessariamente rimanere a casa. Che fare se invece la febbre dovesse salire mentre si è già a scuola? Su questo punto si è molto discusso, alcuni genitori sono addirittura insorti contro la decisione di mettere subito in isolamento lo studente che presenti sintomi influenzali. Ma la misura è infine stata approvata: “se la sintomatologia febbrile dovesse emergere durante le lezioni, scatterà il protocollo anti-Covid: isolamento dello studente in un'area dedicata e avviso ai genitori per andarlo a prendere. Dopodiché si avvia il protocollo previsto dalle Linee Guida, con l’eventuale somministrazione del tampone e - se necessario - sanificazione, tracciamento dei contatti e quarantena (decisa dalla Asl)”, spiega tgcom24.

Mascherine e gel igienizzante

I dispositivi di protezione sono diventati protagonisti assoluti delle nostre giornate, e lo saranno anche per gli studenti e gli insegnanti che torneranno a scuola. La ministra Azzolina ha annunciato che le mascherine sono già state consegnate e che ogni studente troverà la propria al rientro in classe. Sia professori che alunni hanno l’obbligo di indossarla in tutte le occasioni di possibile contatto: quando camminano per la classe, nei corridoi, all’entrata e all’uscita. Al sicuro nel proprio banco o sulla cattedra, dunque nel rispetto della distanza di sicurezza, la mascherina potrà essere rimossa. Un’altra new entry dell’anno scolastico 2020-2021 è la postazione con gel igienizzante, che diventa obbligatoria in più punti degli istituti.

Cosa pensi delle nuove misure di sicurezza per il rientro in classe? Sei un insegnante o uno studente? Raccontaci la tua esperienza nei commenti.

Pubblicato in Cultura, Lifestyle il 15 settembre 2020 alle 15:00

Commenti


Devi accedere per poter postare un commento.

PRIVACY POLICY E INFORMATIVA SULL’USO DEI COOKIE

Gentile Utente, 

i tuoi dati personali (nome/cognome, email) e qualsiasi altra informazione che potrai fornirci volontariamente via email e attraverso il form di contatto del sito https://www.sigmaconsulting.biz (“Sito”) saranno trattati per le finalità di seguito illustrate:

• evasione delle richieste di informazioni che ci hai inoltrato;

• svolgimento di studi e ricerche su base anonima inerenti alle visite e alla navigazione del Sito;

• invio di informazioni sulle nostre attività.  


I dati personali sono forniti su base volontaria e per il loro trattamento viene richiesto il tuo consenso. In caso di mancato conferimento del consenso non potremmo dare corso alle richieste inoltrate attraverso il form di contatto.


Il trattamento dei dati sarà effettuato in Italia da parte di nostri dipendenti, collaboratori e soggetti incaricati per attività di aggiornamento e manutenzione del Sito. I tuoi dati non saranno diffusi, né trasferiti verso Paesi extra UE.


I dati saranno trattati per il periodo necessario ad evadere la richiesta e fino a tua revoca per quanto riguarda l’invio di informazioni sulla nostra attività.


Relativamente ai dati personali, in ogni momento mediante semplice richiesta scritta indirizzata al Titolare, anche a mezzo email o tramite soggetto delegato, potrai (i) ottenere l'accesso ai dati personali per conoscere origine dei dati, finalità del trattamento, logica applicata al trattamento con uso di strumenti elettronici, categorie di dati, destinatari (o categorie di destinatari) ai quali gli stessi saranno comunicati, periodo di conservazione, e la loro comunicazione in una forma intellegibile; (ii) ottenere la rettifica, l’integrazione, la cancellazione dei dati o la limitazione del trattamento; (iii) opporti al trattamento dei tuoi dati personali; (iv) ottenere la portabilità dei dati, ove pertinente; (v) revocare il consenso in qualsiasi momento; (vi) proporre reclamo ad un'autorità di controllo.

Il sito fa utilizzo dei seguenti cookie:

Nome: october_session
Dominio: www.sigmaconsulting.biz
Durata: sessione
Finalità: cookie tecnico di sessione per la gestione degli accessi alle varie sezioni del sito

Nome: _gat_gtag_UA_98725341_1
Dominio: .sigmaconsulting.biz
Durata: sessione
Finalità: cookie tecnico di sessione per il monitoraggio anonimizzato degli accessi via Google Analytics alle varie sezioni del sito. Nessun dato raccolto è ceduto a terzi.

Nome: _gid
Dominio: .sigmaconsulting.biz
Durata: 1 anno
Finalità: cookie tecnico di sessione per il monitoraggio anonimizzato degli accessi via Google Analytics alle varie sezioni del sito. Nessun dato raccolto è ceduto a terzi.

Nome: _ga
Dominio: .sigmaconsulting.biz
Durata: 2 anni
Finalità: cookie tecnico di sessione per il monitoraggio anonimizzato degli accessi via Google Analytics alle varie sezioni del sito. Nessun dato raccolto è ceduto a terzi.

Come rimuovere i cookies da Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647
Come rimuovere i cookies da Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
Come rimuovere i cookies da Internet Explorer: https://support.microsoft.com/it-it/help/17442/windows-internet-explorer-delete-manage-cookies
Come rimuovere i cookies da Opera: https://help.opera.com/en/latest/web-preferences/#cookies

Titolare del trattamento:

Sigma  Consulting S.r.l.s., sede legale Pesaro (PU), Via del Cinema n. 5,  c.a.p. 61122; Tel.: 0721.415210, Fax: 0721.1622038, e-mail: info@sigmaconsulting.biz, P.E.C.: sigmaconsulting@gigapec.it;

Responsabile della Protezione dei Dati (DPO):

Avv. Silvia Dalle Nogare con domicilio in Via Battaglione Val Chiese, 10 - 36100 Vicenza c/o Pacta Avvocati Associati; Tel. 0444 564365, Fax 0444 280296, e-mail: silvia.dallenogare@pactavvocati.it, P.E.C.: silvia.dallenogare@ordineavvocativicenza.it.