Gli insegnanti in Italia: meriti e problematiche


Si è celebrata il 5 ottobre la Giornata mondiale degli insegnanti. Google ha dedicato loro un doodle, la ministra Azzolina ha evidenziato le grandi difficoltà che la categoria sta fronteggiando dall’inizio dell’emergenza Covid. Su Facebook ha scritto: “Durante la pandemia gli insegnanti sono stati capaci di trovare soluzioni didattiche innovative durante la crisi. In queste settimane i docenti hanno un compito altrettanto importante, quello di supportare ragazze e ragazzi nel rispetto delle regole. Questo ci consentirà di stare a scuola in sicurezza. I dati ci dicono che, ancora una volta, stanno facendo un ottimo lavoro. Grazie a loro ed insieme a loro stiamo affrontando questo periodo difficile, e insieme progetteremo, guardando oltre questa crisi, la scuola del futuro.”

Anche il presidente dell’Unicef Italia Francesco Samengo ha commentato le sfide che stanno affrontando gli insegnanti del nostro Paese. “Durante questo periodo, gli insegnanti hanno fatto di tutto per dare riconoscimento a un diritto fondamentale per la crescita e lo sviluppo dei bambini e degli adolescenti: il diritto ad apprendere.”

Gli insegnanti italiani, finalmente tra i migliori al mondo...

È di pochi giorni fa la notizia che, per la prima volta in sei edizioni, c’è un professore italiano tra i dieci finalisti del Global Teacher Prize, la competizione internazionale creata dalla Varkey Foundation in collaborazione con l’Unesco. Il premio in palio è un milione di dollari da spendere in progetti per la scuola. Ad arrivare tra i dieci migliori professori del mondo, in una gara che ha visto partecipare oltre dodicimila insegnanti da 140 Paesi, è Carlo Mazzone, docente di informatica a Benevento.

Un docente preparato e motivato, che alla Repubblica ha confidato: “Vorrei usare quei soldi per aiutare gli studenti a diventare imprenditori di loro stessi, per combattere l'abbandono scolastico che al sud è drammatico. Perché per ogni ragazzo che abbandona gli studi, si perde un pezzo di futuro.”

...ma anche tra i meno pagati

Quelli dei docenti italiani sono tra gli stipendi più bassi d’Europa. Lo evidenzia “Teachers’ and School Heads’ Salaries and Allowances in Europe 2018/19” che mette a confronto quarantadue sistemi educativi. Sebbene la retribuzione media, che va dai 22 ai 28mila euro annui, sia in linea con quella di Francia, Malta, Portogallo e Regno Unito, è la possibilità di un incremento che ci rende il fanalino di coda d’Europa. Se in altre nazioni europee si può sperare in un incremento salariale modesto sin dai primi quindici anni di servizio, gli insegnati italiani possono aumentare del 50% il proprio stipendio solo dopo 35 anni di carriera.

Sugli stipendi degli insegnanti era intervenuto il CCNL Istruzione e Ricerca entrato in vigore nel 2018, con l’intento di colmare il gap con l’Europa. Il risultato? Gli aumenti di stipendio effettivi si sono rivelati troppo esigui per riuscire ad equiparare le retribuzioni italiane con quelle del resto d’Europa.

Pubblicato in Cultura, Ricerca il 07 ottobre 2020 alle 10:00

Commenti


Devi accedere per poter postare un commento.

PRIVACY POLICY E INFORMATIVA SULL’USO DEI COOKIE

Gentile Utente, 

i tuoi dati personali (nome/cognome, email) e qualsiasi altra informazione che potrai fornirci volontariamente via email e attraverso il form di contatto del sito https://www.sigmaconsulting.biz (“Sito”) saranno trattati per le finalità di seguito illustrate:

• evasione delle richieste di informazioni che ci hai inoltrato;

• svolgimento di studi e ricerche su base anonima inerenti alle visite e alla navigazione del Sito;

• invio di informazioni sulle nostre attività.  


I dati personali sono forniti su base volontaria e per il loro trattamento viene richiesto il tuo consenso. In caso di mancato conferimento del consenso non potremmo dare corso alle richieste inoltrate attraverso il form di contatto.


Il trattamento dei dati sarà effettuato in Italia da parte di nostri dipendenti, collaboratori e soggetti incaricati per attività di aggiornamento e manutenzione del Sito. I tuoi dati non saranno diffusi, né trasferiti verso Paesi extra UE.


I dati saranno trattati per il periodo necessario ad evadere la richiesta e fino a tua revoca per quanto riguarda l’invio di informazioni sulla nostra attività.


Relativamente ai dati personali, in ogni momento mediante semplice richiesta scritta indirizzata al Titolare, anche a mezzo email o tramite soggetto delegato, potrai (i) ottenere l'accesso ai dati personali per conoscere origine dei dati, finalità del trattamento, logica applicata al trattamento con uso di strumenti elettronici, categorie di dati, destinatari (o categorie di destinatari) ai quali gli stessi saranno comunicati, periodo di conservazione, e la loro comunicazione in una forma intellegibile; (ii) ottenere la rettifica, l’integrazione, la cancellazione dei dati o la limitazione del trattamento; (iii) opporti al trattamento dei tuoi dati personali; (iv) ottenere la portabilità dei dati, ove pertinente; (v) revocare il consenso in qualsiasi momento; (vi) proporre reclamo ad un'autorità di controllo.

Il sito fa utilizzo dei seguenti cookie:

Nome: october_session
Dominio: www.sigmaconsulting.biz
Durata: sessione
Finalità: cookie tecnico di sessione per la gestione degli accessi alle varie sezioni del sito

Nome: _gat_gtag_UA_98725341_1
Dominio: .sigmaconsulting.biz
Durata: sessione
Finalità: cookie tecnico di sessione per il monitoraggio anonimizzato degli accessi via Google Analytics alle varie sezioni del sito. Nessun dato raccolto è ceduto a terzi.

Nome: _gid
Dominio: .sigmaconsulting.biz
Durata: 1 anno
Finalità: cookie tecnico di sessione per il monitoraggio anonimizzato degli accessi via Google Analytics alle varie sezioni del sito. Nessun dato raccolto è ceduto a terzi.

Nome: _ga
Dominio: .sigmaconsulting.biz
Durata: 2 anni
Finalità: cookie tecnico di sessione per il monitoraggio anonimizzato degli accessi via Google Analytics alle varie sezioni del sito. Nessun dato raccolto è ceduto a terzi.

Come rimuovere i cookies da Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647
Come rimuovere i cookies da Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
Come rimuovere i cookies da Internet Explorer: https://support.microsoft.com/it-it/help/17442/windows-internet-explorer-delete-manage-cookies
Come rimuovere i cookies da Opera: https://help.opera.com/en/latest/web-preferences/#cookies

Titolare del trattamento:

Sigma  Consulting S.r.l.s., sede legale Pesaro (PU), Via del Cinema n. 5,  c.a.p. 61122; Tel.: 0721.415210, Fax: 0721.1622038, e-mail: info@sigmaconsulting.biz, P.E.C.: sigmaconsulting@gigapec.it;

Responsabile della Protezione dei Dati (DPO):

Avv. Silvia Dalle Nogare con domicilio in Via Battaglione Val Chiese, 10 - 36100 Vicenza c/o Pacta Avvocati Associati; Tel. 0444 564365, Fax 0444 280296, e-mail: silvia.dallenogare@pactavvocati.it, P.E.C.: silvia.dallenogare@ordineavvocativicenza.it.