Ambiente: a che punto siamo?


“In questi ultimi due anni il mondo ha emesso anche oltre 80 miliardi di tonnellate di CO2. Abbiamo assistito a continui disastri naturali in tutto il mondo. Molte vite e mezzi di sussistenza sono andati persi, e questo è solo l’inizio.”

Non teme certo di scatenare il panico la giovane e determinata Greta Thunberg, si potrebbe anzi dire che è proprio quello il suo scopo. Purtroppo, allo stato attuale delle cose, sembra che né il panico né una maggiore consapevolezza siano riusciti a trovare posto nelle agende dei Paesi più inquinanti. A due anni dal primo sciopero per il clima, i venerdì senza scuola che prima del Covid erano diventati un evento replicato in ogni parte del mondo, l’ambientalista svedese non vede ancora abbastanza preoccupazione nei leader mondiali, men che meno azioni risolutive.

Le parole sopra citate sono riportate nella lettera aperta che Greta Thunberg e altri giovani impegnati nell’attivismo ambientale hanno affidato al Guardian. Mentre scrivevano queste parole, migliaia di tonnellate di petrolio inquinavano le acque cristalline delle Mauritius.

“I pacchetti di salvataggio dei governi del G20 stanno fornendo un sostegno significativamente maggiore ai combustibili fossili che all’energia a basse emissioni di carbonio”, accusa la Thunberg. Gli investimenti sui combustibili fossili sono dunque visti come una forma di negazionismo del riscaldamento globale, che viene così relegato in fondo alla lista dei problemi da affrontare, nonostante sia invece una questione di primaria importanza.

L’ambiente e il Covid

Gli esperti sono d’accordo nel commentare positivamente la ridotta emissione di CO2 legata alla pandemia. Ma, sottolineano unanimemente, un breve periodo di pausa non basta ad un Pianeta messo a durissima prova ormai da decenni. Le azioni dei governi devono essere più incisive e su larga scala per cercare non di fermare, ma perlomeno di rallentare il riscaldamento globale e le sue pesanti conseguenze.

I piani di ripresa economica sono da molti messi in discussione per la loro scarsa o nulla attenzione al dato ambientale. Il pericolo, in pratica, è che il tentativo di far ripartire le economie mondiali si traduca in un ancora peggiore inquinamento e in un più vasto sfruttamento delle risorse naturali. Con il rischio finale di non migliorare ma anzi peggiorare la situazione ambientale.

Pubblicato in Ricerca, Scienza e tecnologia il 01 settembre 2020 alle 10:00

Commenti


Devi accedere per poter postare un commento.

PRIVACY POLICY E INFORMATIVA SULL’USO DEI COOKIE

Gentile Utente, 

i tuoi dati personali (nome/cognome, email) e qualsiasi altra informazione che potrai fornirci volontariamente via email e attraverso il form di contatto del sito https://www.sigmaconsulting.biz (“Sito”) saranno trattati per le finalità di seguito illustrate:

• evasione delle richieste di informazioni che ci hai inoltrato;

• svolgimento di studi e ricerche su base anonima inerenti alle visite e alla navigazione del Sito;

• invio di informazioni sulle nostre attività.  


I dati personali sono forniti su base volontaria e per il loro trattamento viene richiesto il tuo consenso. In caso di mancato conferimento del consenso non potremmo dare corso alle richieste inoltrate attraverso il form di contatto.


Il trattamento dei dati sarà effettuato in Italia da parte di nostri dipendenti, collaboratori e soggetti incaricati per attività di aggiornamento e manutenzione del Sito. I tuoi dati non saranno diffusi, né trasferiti verso Paesi extra UE.


I dati saranno trattati per il periodo necessario ad evadere la richiesta e fino a tua revoca per quanto riguarda l’invio di informazioni sulla nostra attività.


Relativamente ai dati personali, in ogni momento mediante semplice richiesta scritta indirizzata al Titolare, anche a mezzo email o tramite soggetto delegato, potrai (i) ottenere l'accesso ai dati personali per conoscere origine dei dati, finalità del trattamento, logica applicata al trattamento con uso di strumenti elettronici, categorie di dati, destinatari (o categorie di destinatari) ai quali gli stessi saranno comunicati, periodo di conservazione, e la loro comunicazione in una forma intellegibile; (ii) ottenere la rettifica, l’integrazione, la cancellazione dei dati o la limitazione del trattamento; (iii) opporti al trattamento dei tuoi dati personali; (iv) ottenere la portabilità dei dati, ove pertinente; (v) revocare il consenso in qualsiasi momento; (vi) proporre reclamo ad un'autorità di controllo.

Il sito fa utilizzo dei seguenti cookie:

Nome: october_session
Dominio: www.sigmaconsulting.biz
Durata: sessione
Finalità: cookie tecnico di sessione per la gestione degli accessi alle varie sezioni del sito

Nome: _gat_gtag_UA_98725341_1
Dominio: .sigmaconsulting.biz
Durata: sessione
Finalità: cookie tecnico di sessione per il monitoraggio anonimizzato degli accessi via Google Analytics alle varie sezioni del sito. Nessun dato raccolto è ceduto a terzi.

Nome: _gid
Dominio: .sigmaconsulting.biz
Durata: 1 anno
Finalità: cookie tecnico di sessione per il monitoraggio anonimizzato degli accessi via Google Analytics alle varie sezioni del sito. Nessun dato raccolto è ceduto a terzi.

Nome: _ga
Dominio: .sigmaconsulting.biz
Durata: 2 anni
Finalità: cookie tecnico di sessione per il monitoraggio anonimizzato degli accessi via Google Analytics alle varie sezioni del sito. Nessun dato raccolto è ceduto a terzi.

Come rimuovere i cookies da Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647
Come rimuovere i cookies da Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
Come rimuovere i cookies da Internet Explorer: https://support.microsoft.com/it-it/help/17442/windows-internet-explorer-delete-manage-cookies
Come rimuovere i cookies da Opera: https://help.opera.com/en/latest/web-preferences/#cookies

Titolare del trattamento:

Sigma  Consulting S.r.l.s., sede legale Pesaro (PU), Via del Cinema n. 5,  c.a.p. 61122; Tel.: 0721.415210, Fax: 0721.1622038, e-mail: info@sigmaconsulting.biz, P.E.C.: sigmaconsulting@gigapec.it;

Responsabile della Protezione dei Dati (DPO):

Avv. Silvia Dalle Nogare con domicilio in Via Battaglione Val Chiese, 10 - 36100 Vicenza c/o Pacta Avvocati Associati; Tel. 0444 564365, Fax 0444 280296, e-mail: silvia.dallenogare@pactavvocati.it, P.E.C.: silvia.dallenogare@ordineavvocativicenza.it.