La fase 2 all’insegna delle proteste


La fase 2 è cominciata da meno di una settimana e il Paese è già infiammato da diverse proteste sul tema delle riaperture. Dal 4 maggio la ripartenza ha interessato perlopiù il comparto industriale, escludendo le attività di commercio al dettaglio, parrucchieri ed estetisti, bar e ristoranti. Sebbene alcune di queste attività siano potute ripartire a patto di rispettare rigidissimi protocolli di sicurezza, l’insoddisfazione di commercianti e imprenditori ha preso a serpeggiare in maniera incontrollata tra le regioni d’Italia.

La protesta più iconica è quella dei ristoratori di moltissime città d’Italia, i quali hanno simbolicamente consegnato le chiavi delle proprie attività ai sindaci. Il messaggio era chiaro: a queste condizioni, e dopo due mesi di chiusura forzata, non potremo praticamente più riaprire. Tanto vale arrendersi in partenza. Una provocazione alla quale si sono uniti anche chef stellati come il celebre Gianfranco Vissani. A preoccupare i ristoratori sono le misure di sicurezza da adottare in caso di riapertura anticipata. Per rispettare le distanze sociali minime si dovranno praticamente svuotare i ristoranti, dimezzandone a dir poco la capienza. I risultati sugli introiti e le conseguenti difficoltà economiche da affrontare sono lampanti anche ai non addetti ai lavori.

Al grido di “Se apriamo, falliamo!” si sono riuniti a Milano una cinquantina di commercianti, in rappresentanza di oltre duemila attività. Le sedie vuote posizionate davanti all’Arco della Pace sembrano destinate a rimanere vuote ancora per molto. Alfredo Zini, portavoce della protesta, ha commentato ai microfoni di Radio Lombardia: “Abbiamo incassi ridotti del 70% e rischiamo di non riaprire più. Non basta dire di usare il plexiglass per dividere i tavoli, vogliamo regole chiare perché viviamo di convivialità. A Milano molti bar e ristoranti sono ripartiti con il delivery o l’asporto ma non basta per coprire i costi e le utenze.”

Ad aggiungere la beffa al danno, c’è stata la sanzione che i commercianti hanno ricevuto in seguito alla protesta. La Polizia di Stato li ha multati della cifra di 400 euro per aver “costituito un assembramento”.

Parrucchieri ed estetisti: saloni a rischio

In tutta Italia, al coro di protesta di commercianti e ristoratori, si è unito quello di parrucchieri ed estetisti. I saloni, chiusi ormai da sei mesi, rischiano di dover aspettare quasi un altro mese per poter riaprire i battenti. Con norme di sicurezza, ancora poco chiare, da dover rispettare.

In seguito alle manifestazioni che si sono svolte in varie parti del Paese, si inizia a parlare di una possibilità di riapertura anticipata. A tenere sul filo del rasoio i professionisti resta però la situazione contagi, che dovrà essere monitorata in queste due settimane.

“Così provateci voi”

A Pesaro, una delle città marchigiane più colpite dall’emergenza Covid-19, è in corso una protesta silenziosa e pacifica relativa alle norme di sicurezza da rispettare per le riaperture di attività e locali stagionali. In tutta la zona mare, che allo scenario attuale risulterà la più colpita dalle restrizioni durante la stagione estiva, sono apparsi cartelli scritti a mano con la frase “Così provateci voi”: a riaprire, a far quadrare i conti, a tenere in piedi un’economia fortemente turistica e a mantenere alto il morale.

Se lavori in uno dei settori ancora colpiti dalle restrizioni, come ti stai organizzando per la riapertura? Raccontacelo nei commenti.

Pubblicato in Politica il 08 maggio 2020 alle 15:30

Commenti


Devi accedere per poter postare un commento.

PRIVACY POLICY E INFORMATIVA SULL’USO DEI COOKIE

Gentile Utente, 

i tuoi dati personali (nome/cognome, email) e qualsiasi altra informazione che potrai fornirci volontariamente via email e attraverso il form di contatto del sito https://www.sigmaconsulting.biz (“Sito”) saranno trattati per le finalità di seguito illustrate:

• evasione delle richieste di informazioni che ci hai inoltrato;

• svolgimento di studi e ricerche su base anonima inerenti alle visite e alla navigazione del Sito;

• invio di informazioni sulle nostre attività.  


I dati personali sono forniti su base volontaria e per il loro trattamento viene richiesto il tuo consenso. In caso di mancato conferimento del consenso non potremmo dare corso alle richieste inoltrate attraverso il form di contatto.


Il trattamento dei dati sarà effettuato in Italia da parte di nostri dipendenti, collaboratori e soggetti incaricati per attività di aggiornamento e manutenzione del Sito. I tuoi dati non saranno diffusi, né trasferiti verso Paesi extra UE.


I dati saranno trattati per il periodo necessario ad evadere la richiesta e fino a tua revoca per quanto riguarda l’invio di informazioni sulla nostra attività.


Relativamente ai dati personali, in ogni momento mediante semplice richiesta scritta indirizzata al Titolare, anche a mezzo email o tramite soggetto delegato, potrai (i) ottenere l'accesso ai dati personali per conoscere origine dei dati, finalità del trattamento, logica applicata al trattamento con uso di strumenti elettronici, categorie di dati, destinatari (o categorie di destinatari) ai quali gli stessi saranno comunicati, periodo di conservazione, e la loro comunicazione in una forma intellegibile; (ii) ottenere la rettifica, l’integrazione, la cancellazione dei dati o la limitazione del trattamento; (iii) opporti al trattamento dei tuoi dati personali; (iv) ottenere la portabilità dei dati, ove pertinente; (v) revocare il consenso in qualsiasi momento; (vi) proporre reclamo ad un'autorità di controllo.

Il sito fa utilizzo dei seguenti cookie:

Nome: october_session
Dominio: www.sigmaconsulting.biz
Durata: sessione
Finalità: cookie tecnico di sessione per la gestione degli accessi alle varie sezioni del sito

Nome: _gat_gtag_UA_98725341_1
Dominio: .sigmaconsulting.biz
Durata: sessione
Finalità: cookie tecnico di sessione per il monitoraggio anonimizzato degli accessi via Google Analytics alle varie sezioni del sito. Nessun dato raccolto è ceduto a terzi.

Nome: _gid
Dominio: .sigmaconsulting.biz
Durata: 1 anno
Finalità: cookie tecnico di sessione per il monitoraggio anonimizzato degli accessi via Google Analytics alle varie sezioni del sito. Nessun dato raccolto è ceduto a terzi.

Nome: _ga
Dominio: .sigmaconsulting.biz
Durata: 2 anni
Finalità: cookie tecnico di sessione per il monitoraggio anonimizzato degli accessi via Google Analytics alle varie sezioni del sito. Nessun dato raccolto è ceduto a terzi.

Come rimuovere i cookies da Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647
Come rimuovere i cookies da Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
Come rimuovere i cookies da Internet Explorer: https://support.microsoft.com/it-it/help/17442/windows-internet-explorer-delete-manage-cookies
Come rimuovere i cookies da Opera: https://help.opera.com/en/latest/web-preferences/#cookies

Titolare del trattamento:

Sigma  Consulting S.r.l.s., sede legale Pesaro (PU), Via del Cinema n. 5,  c.a.p. 61122; Tel.: 0721.415210, Fax: 0721.1622038, e-mail: info@sigmaconsulting.biz, P.E.C.: sigmaconsulting@gigapec.it;

Responsabile della Protezione dei Dati (DPO):

Avv. Silvia Dalle Nogare con domicilio in Via Battaglione Val Chiese, 10 - 36100 Vicenza c/o Pacta Avvocati Associati; Tel. 0444 564365, Fax 0444 280296, e-mail: silvia.dallenogare@pactavvocati.it, P.E.C.: silvia.dallenogare@ordineavvocativicenza.it.