Fase 2: l’Italia che riparte (lentamente)


L’Italia s’è desta: comincia ufficialmente la fase 2 delle misure contenitive per ridurre il contagio da Covid-19. Nella conferenza stampa di domenica sera il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha finalmente sciolto le riserve sulle misure da adottare nell’ormai celebre fase 2.

Come preannunciato, la seconda fase dell’emergenza non prevede alcun “Liberi tutti”. Ci saranno ancora misure da rispettare, divieti da osservare e precauzioni da prendere, ma cominciano a vedersi spiragli di luce per un lungo e lento ritorno alla normalità.

Cosa cambia

L’elemento fondamentale che caratterizzerà l’inizio della fase 2, dal 4 maggio, sarà la riapertura dei settori manifatturiero, edile e del commercio all’ingresso che è funzionale alla ripresa di tali attività. Torneranno quindi a timbrare il cartellino milioni di italiani le cui aziende erano state paralizzate dalla diffusione del contagio e dalle misure della fase 1. Tutte le attività produttive dovranno però ripartire nel rispetto delle misure precauzionali volte a limitare i contagi. Il governo diffonderà, a questo proposito, i protocolli di sicurezza validi per i diversi comparti aziendali. Protagonisti, come in molti altri settori, i dispositivi di protezione come mascherine e guanti monouso e il distanziamento sociale.

I contatti sociali

Un piccolo ma significativo cambiamento ci sarà anche a livello sociale, dove sono permessi per la prima volta i contatti tra familiari. Anche questi, limitati alle visite ai parenti stretti, dovranno rispettare le norme di sicurezza e in molti casi (specie in presenza di soggetti a rischio e di anziani) le visite dovranno essere fatte con la mascherina.

In ogni caso vige il divieto di assembramento (le norme al riguardo saranno spiegate nel dettaglio nei prossimi giorni, ma Conte anticipa che non si dovranno riunire più di quattro o cinque persone). Potranno finalmente spostarsi, con obbligo di autocertificazione, tutti coloro che col lockdown sono rimasti bloccati lontano dal luogo di domicilio o residenza. Via libera, quindi, al ritorno a casa per studenti e lavoratori fuorisede.

È finalmente permessa la libera circolazione all’interno della propria città e della propria Regione, mentre non è ancora possibile spostarsi da una Regione all’altra se non per comprovate motivazioni di lavoro o salute. Si potrà quindi riprendere l’attività fisica all’aperto e le passeggiate, pur rispettando le distanze di sicurezza ormai obbligatorie.

Via libera anche ai funerali, che potranno ora essere celebrati ma solo in presenza dei parenti stretti, non più di 15 persone. Non c’è ancora l’autorizzazione a celebrare messa, anche se la CEI si è scagliata duramente contro il provvedimento, gridando alla presunta violazione della libertà di culto.

Le fasi successive

Salvo diverse indicazioni future, le fasi successive sono state annunciate per il 18 maggio e il 1° giugno. La prima data è quella delle riaperture del commercio al dettaglio. Saranno in seguito diffuse le norme da rispettare, ma sappiamo già che la distanza di sicurezza e la mascherina faranno parte della nostra quotidianità. Riapriranno, in quella data, anche mostre, musei e luoghi della cultura.

Per i ristoranti, i bar e tutte le altre attività bisognerà aspettare il primo giugno. I lavoratori autonomi potranno nel frattempo beneficiare delle misure a sostegno delle piccole e medie imprese.

Un’ultima novità riguarda, per la prima volta dall’inizio dell’emergenza, il controllo dei prezzi dei dispositivi di protezione. Per arginare i fenomeni speculativi che si sono purtroppo verificati sull’intero territorio nazionale, il prezzo delle mascherine è finalmente fissato a 50 centesimi al netto dell’IVA.

Cosa pensi delle nuove misure adottate dal governo per far fronte alla fase 2 delle misure di contenimento del Covid? Pensi che qualcosa andrebbe fatto diversamente o ritieni sufficienti le norme ora vigenti? Dicci la tua nei commenti.

Pubblicato in Politica il 30 aprile 2020 alle 17:00

Commenti


Devi accedere per poter postare un commento.

PRIVACY POLICY E INFORMATIVA SULL’USO DEI COOKIE

Gentile Utente, 

i tuoi dati personali (nome/cognome, email) e qualsiasi altra informazione che potrai fornirci volontariamente via email e attraverso il form di contatto del sito https://www.sigmaconsulting.biz (“Sito”) saranno trattati per le finalità di seguito illustrate:

• evasione delle richieste di informazioni che ci hai inoltrato;

• svolgimento di studi e ricerche su base anonima inerenti alle visite e alla navigazione del Sito;

• invio di informazioni sulle nostre attività.  


I dati personali sono forniti su base volontaria e per il loro trattamento viene richiesto il tuo consenso. In caso di mancato conferimento del consenso non potremmo dare corso alle richieste inoltrate attraverso il form di contatto.


Il trattamento dei dati sarà effettuato in Italia da parte di nostri dipendenti, collaboratori e soggetti incaricati per attività di aggiornamento e manutenzione del Sito. I tuoi dati non saranno diffusi, né trasferiti verso Paesi extra UE.


I dati saranno trattati per il periodo necessario ad evadere la richiesta e fino a tua revoca per quanto riguarda l’invio di informazioni sulla nostra attività.


Relativamente ai dati personali, in ogni momento mediante semplice richiesta scritta indirizzata al Titolare, anche a mezzo email o tramite soggetto delegato, potrai (i) ottenere l'accesso ai dati personali per conoscere origine dei dati, finalità del trattamento, logica applicata al trattamento con uso di strumenti elettronici, categorie di dati, destinatari (o categorie di destinatari) ai quali gli stessi saranno comunicati, periodo di conservazione, e la loro comunicazione in una forma intellegibile; (ii) ottenere la rettifica, l’integrazione, la cancellazione dei dati o la limitazione del trattamento; (iii) opporti al trattamento dei tuoi dati personali; (iv) ottenere la portabilità dei dati, ove pertinente; (v) revocare il consenso in qualsiasi momento; (vi) proporre reclamo ad un'autorità di controllo.

Il sito fa utilizzo dei seguenti cookie:

Nome: october_session
Dominio: www.sigmaconsulting.biz
Durata: sessione
Finalità: cookie tecnico di sessione per la gestione degli accessi alle varie sezioni del sito

Nome: _gat_gtag_UA_98725341_1
Dominio: .sigmaconsulting.biz
Durata: sessione
Finalità: cookie tecnico di sessione per il monitoraggio anonimizzato degli accessi via Google Analytics alle varie sezioni del sito. Nessun dato raccolto è ceduto a terzi.

Nome: _gid
Dominio: .sigmaconsulting.biz
Durata: 1 anno
Finalità: cookie tecnico di sessione per il monitoraggio anonimizzato degli accessi via Google Analytics alle varie sezioni del sito. Nessun dato raccolto è ceduto a terzi.

Nome: _ga
Dominio: .sigmaconsulting.biz
Durata: 2 anni
Finalità: cookie tecnico di sessione per il monitoraggio anonimizzato degli accessi via Google Analytics alle varie sezioni del sito. Nessun dato raccolto è ceduto a terzi.

Come rimuovere i cookies da Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647
Come rimuovere i cookies da Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
Come rimuovere i cookies da Internet Explorer: https://support.microsoft.com/it-it/help/17442/windows-internet-explorer-delete-manage-cookies
Come rimuovere i cookies da Opera: https://help.opera.com/en/latest/web-preferences/#cookies

Titolare del trattamento:

Sigma  Consulting S.r.l.s., sede legale Pesaro (PU), Via del Cinema n. 5,  c.a.p. 61122; Tel.: 0721.415210, Fax: 0721.1622038, e-mail: info@sigmaconsulting.biz, P.E.C.: sigmaconsulting@gigapec.it;

Responsabile della Protezione dei Dati (DPO):

Avv. Silvia Dalle Nogare con domicilio in Via Battaglione Val Chiese, 10 - 36100 Vicenza c/o Pacta Avvocati Associati; Tel. 0444 564365, Fax 0444 280296, e-mail: silvia.dallenogare@pactavvocati.it, P.E.C.: silvia.dallenogare@ordineavvocativicenza.it.