Contact tracing: viene prima la sicurezza o la privacy?


Cos’è il contact tracing? Se ne sta sentendo parlare tanto in questi giorni, un’espressione spesso associata all’app Immuni che dovrebbe aiutare a tracciare velocemente le persone venute in contatto con i contagiati da Covid-19. Il contact tracing è proprio questo: un processo di identificazione delle persone che potrebbero essere venute a contatto con una persona infetta e la successiva raccolta di ulteriori informazioni su tali contatti.

L’obiettivo di questo tracciamento è identificare tempestivamente i soggetti che potrebbero dar vita a nuovi focolai di infezione, permettendo di intervenire con sanificazioni, isolamenti sociali e altre misure volte ad interrompere la catena del sondaggio.

Obiettivi ambiziosi, che potranno essere raggiunti solo con una pianificazione attenta e lungimirante degli strumenti utilizzati. In Italia lo strumento sarà l’ormai celebre app Immuni. Mentre si parla di un lancio dell’applicazione posticipato a giugno, non si placa il dibattito sul suo funzionamento e sui rischi che questa comporterebbe per la privacy dei cittadini.

L’app Immuni: come funzionerà

È ormai ufficiale: scaricare l’app e utilizzarla nei propri spostamenti non sarà obbligatorio come si era vociferato in una prima fase di progettazione. L’uso dell’app rimarrà facoltativo ma è fortemente raccomandato nell’ottica di una collaborazione tra Stato e cittadini e nell’identificazione più veloce possibile dei nuovi focolai di contagio, indispensabile per il superamento della fase 2.

Come funziona? L’app, grazie alla quale si può monitorare il proprio stato di salute annotando la presenza o assenza di sintomi legati all’infezione da Covid-19, emette continuamente un segnale Bluetooth al quale è legato un identificativo di prossimità. Quando due utenti si avvicinano, l’app registra l’identificativo di prossimità di entrambi, la distanza e la durata nel contatto. Se uno dei due risulta positivo al Coronavirus, gli operatori sanitari scaricano i dati relativi ai contatti del contagiato e possono stabilire la probabilità di un avvenuto contagio e agire di conseguenza.

A preoccupare i futuri utenti è stata, e continua ad essere, la gestione dei dati sensibili. Bending Spoons, l'azienda che sta sviluppando Immuni, ha specificato innanzitutto che non si tratta di un’app di tracciamento degli spostamenti, come molti pensano. Gli identificativi di prossimità sono generati in maniera casuale e cambiano di ora in ora, senza che questi vengano registrati dall’app. Soltanto in caso di accertata positività il singolo utente potrà caricare i dati relativi ai possibili contagi e nessun altro dato sensibile. Non essendo registrato alcun dato personale, l’app permette quindi di stabilire solo se è avvenuto un contatto tra utenti, ma non il luogo né chi siano effettivamente i due utenti. È stato inoltre reso noto che i dati salvati sullo smartphone saranno criptati, leggibili solo dal Ministero della Salute. Questi saranno inoltre cancellati obbligatoriamente entro la fine del 2020.

Il dibattito sulla privacy: esistono alternative?

I non addetti ai lavori potrebbero trovarsi spaesati davanti a questa quantità di informazioni e al loro tecnicismo. Ciò che accomuna quasi tutti i cittadini sul tema delle app di contact tracing è però la volontà di non cedere i propri dati personali se non per una giustissima causa e con una loro gestione attenta. A tal proposito due big come Apple e Google hanno messo dei paletti agli sviluppatori delle app. Il loro utilizzo dovrà essere legato esclusivamente alla tecnologia bluetooth e sarà vietato qualsiasi tracciamento con Gps. Sì quindi alla registrazione della prossimità tra due utenti, no categorico alla loro geolocalizzazione.

Nonostante le informazioni a disposizione, restano molti i nodi da sciogliere sull’app Immuni e sul suo effettivo utilizzo. Si guarda intanto a quello che stanno facendo gli altri Paesi del mondo.

tamponi.jpg

La Corea del Sud, che pure in questi giorni sta affrontando una nuova ondata di contagi, ha scelto di affidarsi alla politica dei tamponi. Un sistema che le ha permesso di abbassare la curva dei contagi in soli 20 giorni di lockdown soft. Con un ritmo di circa ventimila tamponi al giorno e con la possibilità di indagare sui contatti dei contagiati attraverso gps dei cellulari e movimenti di carte e bancomat, le autorità coreane hanno decisamente messo la salute davanti alla privacy. Un modello che in Europa è guardato con sospetto e che non sembra al momento una strada percorribile.

Abbiamo visto due modelli di contact tracing totalmente opposti: uno basato sulla tutela della privacy e l’altro basato sulla tempestività e sull’azione preventiva a tutti i costi, con tutte le implicazioni del caso. Cosa pensi di come l’Italia sta gestendo il tracciamento dei contagi? Scaricherai l’app Immuni, e se sì come pensi che possa aiutare il Paese a superare la fase 2? Dicci la tua nei commenti.

Pubblicato in Politica il 12 maggio 2020 alle 16:30

Commenti


Devi accedere per poter postare un commento.

PRIVACY POLICY E INFORMATIVA SULL’USO DEI COOKIE

Gentile Utente, 

i tuoi dati personali (nome/cognome, email) e qualsiasi altra informazione che potrai fornirci volontariamente via email e attraverso il form di contatto del sito https://www.sigmaconsulting.biz (“Sito”) saranno trattati per le finalità di seguito illustrate:

• evasione delle richieste di informazioni che ci hai inoltrato;

• svolgimento di studi e ricerche su base anonima inerenti alle visite e alla navigazione del Sito;

• invio di informazioni sulle nostre attività.  


I dati personali sono forniti su base volontaria e per il loro trattamento viene richiesto il tuo consenso. In caso di mancato conferimento del consenso non potremmo dare corso alle richieste inoltrate attraverso il form di contatto.


Il trattamento dei dati sarà effettuato in Italia da parte di nostri dipendenti, collaboratori e soggetti incaricati per attività di aggiornamento e manutenzione del Sito. I tuoi dati non saranno diffusi, né trasferiti verso Paesi extra UE.


I dati saranno trattati per il periodo necessario ad evadere la richiesta e fino a tua revoca per quanto riguarda l’invio di informazioni sulla nostra attività.


Relativamente ai dati personali, in ogni momento mediante semplice richiesta scritta indirizzata al Titolare, anche a mezzo email o tramite soggetto delegato, potrai (i) ottenere l'accesso ai dati personali per conoscere origine dei dati, finalità del trattamento, logica applicata al trattamento con uso di strumenti elettronici, categorie di dati, destinatari (o categorie di destinatari) ai quali gli stessi saranno comunicati, periodo di conservazione, e la loro comunicazione in una forma intellegibile; (ii) ottenere la rettifica, l’integrazione, la cancellazione dei dati o la limitazione del trattamento; (iii) opporti al trattamento dei tuoi dati personali; (iv) ottenere la portabilità dei dati, ove pertinente; (v) revocare il consenso in qualsiasi momento; (vi) proporre reclamo ad un'autorità di controllo.

Il sito fa utilizzo dei seguenti cookie:

Nome: october_session
Dominio: www.sigmaconsulting.biz
Durata: sessione
Finalità: cookie tecnico di sessione per la gestione degli accessi alle varie sezioni del sito

Nome: _gat_gtag_UA_98725341_1
Dominio: .sigmaconsulting.biz
Durata: sessione
Finalità: cookie tecnico di sessione per il monitoraggio anonimizzato degli accessi via Google Analytics alle varie sezioni del sito. Nessun dato raccolto è ceduto a terzi.

Nome: _gid
Dominio: .sigmaconsulting.biz
Durata: 1 anno
Finalità: cookie tecnico di sessione per il monitoraggio anonimizzato degli accessi via Google Analytics alle varie sezioni del sito. Nessun dato raccolto è ceduto a terzi.

Nome: _ga
Dominio: .sigmaconsulting.biz
Durata: 2 anni
Finalità: cookie tecnico di sessione per il monitoraggio anonimizzato degli accessi via Google Analytics alle varie sezioni del sito. Nessun dato raccolto è ceduto a terzi.

Come rimuovere i cookies da Google Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647
Come rimuovere i cookies da Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Eliminare%20i%20cookie
Come rimuovere i cookies da Internet Explorer: https://support.microsoft.com/it-it/help/17442/windows-internet-explorer-delete-manage-cookies
Come rimuovere i cookies da Opera: https://help.opera.com/en/latest/web-preferences/#cookies

Titolare del trattamento:

Sigma  Consulting S.r.l.s., sede legale Pesaro (PU), Via del Cinema n. 5,  c.a.p. 61122; Tel.: 0721.415210, Fax: 0721.1622038, e-mail: info@sigmaconsulting.biz, P.E.C.: sigmaconsulting@gigapec.it;

Responsabile della Protezione dei Dati (DPO):

Avv. Silvia Dalle Nogare con domicilio in Via Battaglione Val Chiese, 10 - 36100 Vicenza c/o Pacta Avvocati Associati; Tel. 0444 564365, Fax 0444 280296, e-mail: silvia.dallenogare@pactavvocati.it, P.E.C.: silvia.dallenogare@ordineavvocativicenza.it.